Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Bread & Butter: i cinque capi da uomo da comprare ora


Dalle sneakers di Adidas ai jeans che seguono i profili del corpo, ecco i cinque capi più belli visti alla fiera berlinese dell’abbigliamento

di Giuliana Matarrese

Ha da poco chiuso i battenti, il Bread & Butter di Berlino, fiera dedicata all'abbigliamento e divenuta un culto tra gli appassionati. Per la prima volta aperta anche al pubblico, registrando un boom di ingressi, tra un concerto di ASAP Rocky e le esibizioni degli artisti della minimal house nella Boiler Room, la moda l'ha comunque fatta da padrona. 

Marchi noti ed emergenti, icone dello sportwear e dell'apparel, con la predilezione per l'abbigliamento tecnico ma dal gusto urbano, utilizzabile facilmente in città, i pezzi da comprare ora (tutti sul sito di Zalando che ne ha firmato il revamping) sono tanti.

Tra questi, le Tubular Radial, uno degli ultimi ingressi nel mondo di Adidas: tomaia in mesh e rivestimenti in suede, le sneaker ricalcano un celebre modello da running risalente agli anni novanta, migliorando la suola, ora divisa su due strati entrambi in EVA. Il primo si ispira ai pneumatici con i suoi dettagli testurizzati, il secondo, a contatto con il suolo, migliora il grip del piede, consentendo al contempo una certa flessibilità.

Altra icona che si rivisita, l'Elwood di G-Star Raw, il jeans che spegne quest'anno le sue venti candeline: progettazione in 3-D ad opera dello stilista Pierre Morisset, il suo profilo è creato ad arte con le cuciture e si ispira al workwear, adattandosi al corpo di chi lo indossa. 

Sempre preso a prestito dal mondo dello sport, e dallo specifico del trekking, lo zaino Little America di Herschel si adatta benissimo alla città tingendosi di bianco e nero. Costruito in materiale tecnico e con gli spallacci in gomma regolabili, al suo interno dispone di una tasca dove riporre in sicurezza il computer con schermo da 15 pollici, schienale più comodo in air-mesh e un'ulteriore scomparto fatto apposta per il cellulare. 

Sui capispalla, invece, a dettar legge è Topman, con il suo bomber street in tessuto tecnico, che si arricchisce di patch, che celebrano la street culture statunitense. Per chi vuole puntare su un appeal più classico, invece, è perfetto il cappotto di Selected in tessuto tecnico. Bottoni a scomparsa, profili minimali, collo che ricorda quello delle camicie, si indossa anche con jeans in denim e sneakers, in una perfetta unione tra formalismi e dinamismo contemporaneo.