Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Abbigliamento da uomo, 5 capi comodi per il casual friday


Fit morbidi e tessuti che assecondano il movimento. Ecco i capi studiati per il casual friday in ufficio (e qualche regola per portarlo con stile)

di Annalisa Testa

Per quelli che a metà settimana già non vedono l’ora del venerdì. Quando la libertà è concessa dal look più casual, morbido, comodo, anche per l’ultimo giorno della settimana in ufficio. È il casual friday che Massimo Dutti celebra con una capsule studiata ad hoc. Si chiama Soft ed è disponibile esclusivamente nello store online del marchio, in un nuovo spazio digitale. Soft, ma innovativa.

La collezione combina modelli ampi con altri che si stringono, morbidamente, al corpo. Un equilibrio perfetto tra la dimensione del comfort e l’eleganza innovativa, una reinterpretazione creata dalla leggerezza e dalla semplicità delle line pure e classiche. Materiali tecnici di ultima generazione si uniscono così a una interpretazione raffinata del comfortwear. Dai pantaloni dal taglio largo ai capi in maglia con leggera imbottitura per il primo freddo del mattino.

Il dress code del venerdì è soft. Ma pur sempre studiato. La cravatta rimane nel cassetto, la camicia è con colletto “penny”, stretto, leggermente arrotondato come quello della camicia di Caruso in premium cotton. Si porta con pull girocollo grigio, come quello di Cos per la capsule dedicata al sito di e-commerce Mr. Porter, o con cardigan in maglia di lana a cinque bottoni con collo a scialle, come quello che Burberry propone in alternativa al blazer.

I pantaloni poi, fanno la differenza. Ermenegildo Zegna elabora i chino in cotone elasticizzato, da portare anche senza cintura, leggermente arrotolati così da far intravedere la calza, anche stampata, e le sneaker che celebrano i 110 anni di New Balance. Quelle del MiUK Surplus Pack con i cinque modelli che hanno fatto la storia del brand più il nuovo 991.5 un omaggio alla tradizione manifatturiera di New Balance in Inghilterra che nasce dalla fusione di due classici del brand: la suola della 1500 con la tomaia della 991.

Infine lo zaino che sostituisce la ventiquattrore. Elegante il modello di Lanvin che rientra nella collezione Ten Years della maison. Disegnato da Lucas Ossendrijver direttore creativo della linea uomo dal 2006, lo zaino multitasche è in cotone jacquard bianco e nero rifinito in pelle e nylon giapponese con stampato il numero fortunato come uno stemma che sfiora l’ossessione.