Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Tre tavole da snowboard ispirate al mondo del surf


Tra allusioni iconiche e mood anni Settanta, ecco le novità 2015 per solcare le cunette di neve come se fossero onde.

di Alessandro Mitola

La stagione è appena cominciata. Gli impianti hanno aperto i battenti e le piste aspettano di essere solcate dagli amanti della polvere bianca. Ecco tre tavole da snowboard per il 2015 completamente ispirate al surf.

Mountain Surfer è la nuova produzione di Jones Snowboard, marchio californiano fondato dallo snowboarder professionista Jeremy Jones. I 25 anni di esperienza nel settore, hanno permesso a Jeremy di sperimentare e mettere a punto snowboard con le più alte prestazioni sul mercato. La tavola Mountain Surfer, come suggerisce il nome, prende ispirazione dal direttamente dal surf. Interamente realizzata in legno, con i suoi 39 cm di lunghezza e gli speciali attacchi posizionati ai bordi, promette di ricreare le sensazioni del surf. Perfetta per i esperti e neofiti dello snowboard, si adatta a qualsiasi pendio ammantato da neve fresca.

Per la stagione 2015 Burton presenta un nuovo modello della linea Fish, il cui design è dichiaratamente ispirato al surf. La tavola presenta una doppia coda di rondine per l'accelerazione e il controllo suoi cornicioni. La sciancratura posteriore ridotta consente alla coda di sprofondare in modo naturale per inversioni di spigolo più fluide. Il team di Burton la definisce "una necessità per l'arsenale di qualsiasi cacciatore di tempeste".

Direttamente dal 1965, torna SnurferBoards, il mitico marchio fondato dall'ingegnere Sherman Poppen, nonché antenato del moderno snowboard. Una tavola di legno monodirezionale ricurva in punta con una corda per avere maggiore controllo del mezzo. Snurfer, nato dalla fusione tra snow e surfer, è un vero e proprio oggetto iconico che a partire da oggi torna in produzione per tutti gli amanti degli anni Sessanta e Settanta.