Questo sito contribuisce alla audience di panorama

I bracciali dell’estate


Dal cuoio naturale alla pelle intrecciata, dall’argento e oro giallo al pizzo macramè, tutte le tendenze

di Annalisa Testa

Cuoio intrecciato a mano, fili di lino lavorati all’uncinetto, pizzo macramè, sottili cime da barca legate insieme da un’ancora dorata, pelle borchiata a mano, caucciù con ciondoli d’oro giallo o catene d’acciaio ispirate a quelle delle biciclette. I braccialetti dei gentleman di quest’estate sono un mix-and-match di colori e materiali.

Possono essere componibili, come quelli di DoDo dove dietro a ogni ciondolo si cela un significato, o un po’ rock come quelli di HTC Hollywood Trading Company con una fila di borchie piatte, decisamente più sobrie ma non meno virili di quelle a punta, applicate artigianalmente su una striscia di cuoio vintage. Bottega Veneta intreccia fili di nappa con chiusura a cappio, Hermès taglia a vivo il cuoio e lo chiude con un moschettone d’argento, Tod’s invece punta a una palette di colori brillanti che una volta sbiaditi dal sole e dall’acqua salata dona al cuoio un aspetto vissuto, che prolunga, almeno per un po’, l’effetto holiday mood. Celebrano l’amore del mare e della vela invece gli Anchor Bracelets di Trashness che legano le cime da barca con una chiusura a forma di ancora o i Paracord di Ashdown Workshop che crea un serie di nodi chiusi con un moschettone di sicurezza, da indossare non solo in barca ma anche in città, magari abbinati a un blazer blu o alle camicie di lino.

E poi, naturalmente, ci sono i pizzi macramè di Cruciani C che si riconfermano un must anche per questa estate. A soli due anni dal primo lancio sulle spiagge di Forte dei Marmi il figlio del fondatore dell’azienda, Luca Caprai, è arrivato a quota 11 milioni di pezzi venduti, non più solo in Italia ma anche oltre Oceano grazie alla rapida espansione degli store in location di culto come Milano, Capri, Taormina, Forte dei Marmi, Tokyo, Madrid, Dubai, Palm Beach, Barcellona, Parigi e Monaco di Baviera. Il segreto del loro successo è la semplicità e il prezzo low-cost: i bracciali Cruciani C sono un oggetto luxury pop alla portata di tutti. Primo fra tutti il quadrifoglio, il pezzo più venduto e disponibile in 57 colori differenti tra cui anche la limited edition per il suo secondo compleanno in multilurex, e poi le collaborazioni con il WWf o con Damiani, il Flower Power del Pacha, i pezzi firmati da Walt Disney o quelli creati per l’Umbria Jazz. Li portano al polso personaggi dello spettacolo e artisti come Giovanni Gastel che ha immortalato gli iconici bracciali in 17 scatti d’autore.