speakeasy Annalisa Testa

Aperitif a la française


A Parigi, sulla rive gauce della Senna, un petit bateau si trasforma in un cocktail bar dedicato al St.Germain.

Parigi, Design Week. Sulla rive gauche della Senna a pochi passi dal cuore di Saint-Germain-des-Prés, un piccolo bateau d’inizio secolo dondola lentamente ricoperto di fiori bianchi. Rose e velo da sposa, ortensie e gelsomini. Sono i protagonisti dell’installazione floreale di Eric Chauvin, uno dei più importanti nomi del flower design internzionale, per la Maison St.Germain che ha inaugurato la Design Week Parigina. Una posizione un po’ insolita, ma magica, e un aperitif a la française con i cocktail preparati da Camille Vidal, brand ambassador del liquore ai fiori di sambuco.

È così che il Restaurant Le Quai si è trasformato in un cocktail bar d’eccezione. Una parete verde edera con grandi quadri dalle cornici in ottone che incorniciano composizioni floreali come fossero ritratti d’autore. Una piccola fessura in cui inserire il gettone e automaticamente ecco uscire dal quadro la mano di uno dei bartender a consegnare il cocktail scelto.

Tre i drink serviti (che si possono assaggiare anche questo weekend). Le St. Germain Coctail, un long drink preparato con prosecco, acqua frizzante e uno zest di limone, il St.Germain Bombay Shapphire, un gin&tonic con l’aggiunta del “delice de sureau” e profumato al basilico e cardamomo, e il Sauvage, un mix di St. Germain infuso alla verbena, Bacardi Rum Carta Blanca, assenzio e succo di lime, shakerato e versto in una mini coppa Martini.

Tra le experience da provare: il Flower Tatto, una tatuaggio che segue lo stile del decoupage con i fiori essiccati, e la Masterclass con la brand ambassador, Camille Vidal, (eletta miglior brand ambassador del 2017) per imparare a preparare i St.Germain Cocktails anche a casa.