Ricette di architettura Massimiliano Zigoi

Primo piatto


L’allestimento di MOOOI è la cosa più bella che ho visto al Fuorisalone.

Ormai il Fuorisalone è finito e già proviamo nostalgia. Bando alla malinconia però, adesso ho una grande voglia di dire quale allestimento mi ha colpito di più; quello di MOOOI in via Savona.

Aiutati dal magnifico spazio dove ogni anno espongono, questi bravissimi olandesi ci hanno offerto una composizione di grande classe e ricercatezza.

Ampie tende nere celavano ambienti sviluppati sui contrasti, molto forti, tra gli arredi raffinati e gli scatti della fotografa inglese Rebecca Bathory i quali rappresentano distruzione, disagio, abbandono.

Siamo rimasti colpiti addentrandoci nell'enorme hangar dove le luci, gli arredi stranianti e i magnifici tappeti favevano da contorno agli ambienti e agli allestimenti "posizionati" su ampi fondali che volevano estrarre dal nostro inconscio le più recondite angosce.

Rapporto interessante, attuale, profondo quello che lega gli arredi della quotidianità (certo non di tutti) a spazi abbandonati dove la quotidianità è ormai il nulla.

Chi ha visitato quesro spazio sa di cosa sto parlando, chi lo ha perso purtroppo ha compiuto una scelta non accorta. Per me nettamente primo premio del Fuorisalone 2016.