Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Zombie 222, la Mustang del ’68 elettrica


Prestazioni da supercar con un’anima green. Ha 800 cavalli e raggiunge i 280 km/h, ma non fa rumore e non emette CO2

di Andrea Bressa

La maggior parte delle supercar con prestazioni da record presentano due elementi caratteristici. Sono nuove, ossia sono i più recenti frutti degli studi ingegneristici e di design, realizzate con materiali iper-tecnologici e linee aerodinamiche progettate ad hoc. E di solito hanno sotto il cofano degli enormi motori a combustione, con i loro inconfondibili e tanto amati tipici suoni assordanti.

Ma in un garage del Texas esiste una macchina eccezionale che fa cadere questi principi. Si chiama Zombie 222 ed è una Mustang del 1968, profondamente ritoccata dalla piccola azienda Bloodshed Motors. Questa speciale quattro ruote dall’importante retaggio è ora una incredibile super auto a propulsione completamente elettrica.

Il suo cuore è composto da due motori elettrici in grado di sviluppare complessivamente oltre 800 cavalli di potenza (con un coppia di 2.440 Nm). La Zombie 222 può accelerare da 0 a 100 km/h in 2,4 secondi e raggiungere i 280 km/h di velocità. Il tutto senza emettere suoni e nemmeno un grammo di CO2.