Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Vespa Sei Giorni, tradizione e sport in edizione speciale


Piaggio presenta un modello esclusivo di Vespa dedicato alla storica Sei Giorni Internazionale di Varese del 1951

di Andrea Bressa

Un modello in edizione limitata e numerata che si ispira e rende omaggio alla storia dello scooter più amato del mondo. Parliamo della Vespa Sei Giorni, versione esclusiva che (gli appassionati potrebbero intuirlo subito) richiama la leggendaria Vespa Sport “Sei Giorni” del 1951, che partecipò alla famosa Sei Giorni Internazionale di Varese.

LA STORIA
Negli anni Cinquanta la Squadra Corse Piaggio era fra le più preparate e agguerrite al mondo nell'ambito dell'off road, distinguendosi da protagonista in diverse competizioni internazionali. Fra queste viene ricordata la partecipazione alla Sei Giorni Internazionale del 1951, che si tenne a Varese, una delle gare di regolarità più impegnative in circolazione. Per quell'occasione venne realizzata una Vespa ad hoc, la “Sei Giorni” appunto. Vennero impiegati dieci modelli, i quali riuscirono a conquistare ben 9 medaglie d'oro, sfatando l'idea che degli scooter non potessero competere con le moto.

La Vespa Sport “Sei Giorni” fece presa sul pubblico e ne venne realizzata una serie in circa 300 esemplari. Ora è una delle versioni più ricercate dai collezionisti.

Leggi anche: 70 anni di Vespa in 5 modelli speciali

LA NUOVA SEI GIORNI, I DETTAGLI
La nuova Vespa Sei Giorni si basa sulla Vespa GT, confermando la vocazione sportiva che sta alla base del progetto. Conferma che arriva anche dal propulsore, il più potente mai messo in campo nella carriera del più famoso scooter italiano. Il motore è un 300 Euro 4, monocilindrico a quattro tempi e quattro valvole, in grado di sprigionare fino a 21,2 cavalli, per 118 km/h di velocità massima.

La scocca è in acciaio, dalle dimensioni generose. Elemento che assieme a molti altri dettagli intende richiamare un sapore vintage sempre apprezzato. Un esempio è il faro anteriore posizionato sul parafango o il manubrio con tubo metallico a vista.

L'estetica è chiaramente erede della Squadra Corse anni Cinquanta. Spicca il numero “da gara” nero, posizionato sul frontale e sul posteriore destro. Il verde militare è arricchito, con un gioco di contrasti, da particolari neri (cerchi e scarico) e dettagli rossi (ammortizzatori e parte dei cerchi).

La sella è una finta monoposto: il look sembra permettere spazio solo per una persona, come i modelli da gara, ma è in realtà omologata anche per un passeggero. Sul controscudo è presente la targhetta “Special Edition” che comprende anche il numero di serie.

Leggi anche: 5 scooter per godersi la bella stagione

ACCESSORI
Come di consueto per questo genere di novità, la Vespa Sei Giorni è accompagnata da una serie di accessori dedicati. Dal parabrezza al bauletto, passando dal portapacchi anteriore e dal kit perimetrale di protezione. A disposizione, a richiesta, anche il telo copri gambe, il copri veicolo, l'antifurto meccanico ed elettronico, il tappetino antiscivolo, borsa in cuoio e navigatore GPS Tom Tom Vio in edizione Piaggio Group. Da non dimenticare i vari capi di abbigliamento (t-shirt, cappellino, sacca, casco jet) e il Vespa Multimedia Platform, che consente di collegare il proprio smartphone alla due ruote, ottenendo un vero e proprio computer di bordo.

EDIZIONE LIMITATA
Vespa Sei Giorni è prodotta in edizione limitata in un numero che non è ancora dato sapere. Il prezzo base è di 6.290 euro.