Questo sito contribuisce alla audience di panorama

La storia della Jeep a fumetti


Da veicolo militare a status symbol, da Lara Croft 
al made in Italy: l’insolito tragitto di un’auto-icona

di Paolo Matteo Cozzi

Dopo la parentesi che apre i Duemila con il passaggio sotto le insegne Chrysler-Mercedes, nel 2009 il marchio americano raggiunge Fiat. Il primo modello italo-americano si chiama Renegade, proprio come quello mitico che milioni di ragazzi seduti davanti alla serie tv Hazzard negli anni Ottanta hanno sognato, guidato dall’indimenticabile Daisy Duke. La prima Jeep (leggi le novità sulla Jeep ) della storia costruita al di fuori dell’America (si fabbrica a Melfi) in sinergia fra Torino e Detroit ha interni ispirati alla 500, segue le orme della mitica Willys ma è completamente nuova. A cominciare dalla piattaforma di gruppo Small Wide 4x4, su cui nascerà anche la 500X, e offre due avanzati sistemi di trazione integrale. Fra i piccoli Suv è il primo a lasciar disinserire la trazione posteriore a comando, per ridurre i consumi durante la marcia su strade regolari e per favorire il lavoro dei 4 motori benzina MultiAir e dei 2 Diesel MultiJet II.