Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Al Salone di Ginevra l’auto del futuro è svizzera


Guida autonoma o pilotata e servizi da business class: a Ginevra l’auto diventa futuristica con il concept XchangE di Rinspeed

di Paolo Matteo Cozzi

Il concetto è semplice: viaggiare in business class in automobile, ma senza preoccuparsi di dover guidare. Il concept si chiama XchangE, con la E maiuscola per stressare il motore elettrico, ed è una delle stelle del visionario preparatore svizzero Rinspeed al Salone di Ginevra (6-16 marzo). 

----------------

Le star di Ginevra
----------------

Il viaggio diventa il centro di gravità permanente di questo nuovo progetto ambizioso di Frank Rinderknecht (segue l’auto in Bamboo e la Smart allungabile) per offrire un’esperienza superiore persino a quella dell’aeroplano. Largo quindi al focus sui comfort per guidatore e passeggeri, con la berlina elettrica pronta a trasformarsi a seconda dell’uso. Configurazione con pilota automatico e volumi interni che si modulano ad hoc in pochi secondi: i sedili anteriori ruotano verso i posteriori per favorire il convivio, c’è un tavolino che diventa un vassoio, e ovviamente uno schermo per l’infotainment totale. Se si sceglie di rimettersi al volante, manco a dirlo è drive by wire come sugli aerei, basta premere un pulsante e dal centro del cruscotto ri-emerge la corona dello sterzo.

Si tratta di uno step successivo rispetto a quello che abbiamo già imparato a conoscere e provato sul fronte Audi, pioniere della guida pilotata , sempre presente al CES di Las Vegas. In questo caso l’automobile passa in secondo piano e diventa "solo" un mezzo, capace di rendere il viaggio un’esperienza rilassante, una possibilità di riunione d’affari, un modo nuovo di spostarsi da un luogo a un altro.

@paolocozzi