Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Porsche 911, un’edizione speciale per Le Mans


I tedeschi festeggiano il ritorno alla competizione con una versione celebrativa ispirata alle loro vetture delle corse anni Settanta

di Andrea Bressa

La storia della 24 Ore di Le Mans, forse la più importante competizione automobilistica di durata, ha sempre avuto fra i suoi protagonisti più vincenti le vetture Porsche. Per l’edizione 2014, dopo diversi anni di assenza, la casa tedesca ha in serbo la nuovissima 919 Hybrid, un gioiello tecnologico di categoria LMP1 che intende dare del filo da torcere ai cugini di Audi, vincitori di 12 gare su 14 dal 2000 a oggi. Il marchio dei quattro cerchi ha anche salutato sportivamente il ritorno di Porsche sul circuito de la Sarthe con un simpatico video.

Ma in attesa che prenda il via la sfida, il prossimo 14 giugno, Porsche ha voluto celebrare il proprio rilancio nella competizione sfornando per tutti gli appassionati una speciale edizione della 911 Carrera S, in versione Martini Racing Edition. Prodotta in 80 esemplari, dei quali tre destinati all’Italia, la vettura indossa una livrea ispirata alle auto da corsa Porsche degli anni Settanta, rendendo omaggio a leggende di Le Mans come la mitica 935 Turbo, che dominò le gare di durata alla fine di quel decennio (giusto per curiosità: Paul Newman arrivò secondo a bordo di una 935 nel 1978).

Sui colori di base bianco o nero della carrozzeria, infatti, la 911 Martini Racing Edition presenta le caratteristiche decorazioni Martini blu e rosse, in particolare sul cofano, sul tetto, sullo spoiler posteriore e sulle fiancate. All’interno si trovano le modanature del cruscotto con la scritta “Martini Racing Edition”, il volante Sport Design e sedili sportivi in pelle nera. La proposta tecnologica è composta dal pacchetto Sport Chrono, dal Porsche Communication Management (PCM) e da un impianto audio Bose.

La 911 Martini è spinta dal motore boxer a 6 cilindri e 3,8 litri da 400 cavalli, che le consente un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi. C’è anche un pizzico di attenzione ai consumi, che nel ciclo combinato si attestano intorno agli 8,7 litri per 100 km, con un valore di emissioni di CO2 di circa 202 g/km: dati interessanti per questo tipo di auto.

Le prime vetture delle 80 in cantiere saranno vendute in Europa a partire da giugno, per poi sbarcare da agosto in Cina e da ottobre in Giappone e America Latina. In Italia sono già disponibili i tre esemplari destinati al nostro mercato, a partire da 145.184 euro.