Questo sito contribuisce alla audience di panorama

La nuova Yamaha dal carattere retrò


La XSR700 è la prima Faster Sons dello Sport Heritage della casa giapponese, un modello dal design vintage che guarda al futuro

di Andrea Bressa

Il futuro si sposa con la tradizione sulla Yamaha XSR700, la nuova due ruote dal carattere vintage della casa giapponese. Fa parte della gamma Sport Heritage, la famiglia di modelli dal design suggestivo, che strizzano l’occhio al passato senza dimenticare uno sguardo all’avvenire, seguendo e inaugurando la filosofia costruttiva chiamata da Yamaha “Faster Sons”.

Anche se la sorella maggiore diretta è la MT-07, l’estetica della XSR700 è per certi versi un omaggio alla XS650 degli anni Settanta. Il retaggio è evidente grazie alle linee retrò e ai numerosi dettagli nostalgici, come il largo manubrio, il faro anteriore e il tachimetro rotondi (accessoriato però con display LCD). Abbonda l’alluminio, utilizzato per i gusci laterali, il supporto del parafango anteriore, le cover del serbatoio e i cerchi. Le gomme sono Pirelli Phantom dal battistrada classico.

Il propulsore è un bicilindrico frontemarcia da 689 centimetri cubici a 4 tempi, da 75 cavalli. Con un peso di 186 chili può essere considerata un’interessante prima moto, una entry level per i meno esperti.

La Yamaha XSR700 sarà presente nelle concessionarie a partire dal prossimo novembre, nelle colorazioni Forrest Green e Garage Metal, a un prezzo ancora da stabilire. Interessante è la particolare predisposizione ad essere customizzata e personalizzata in svariati modi, grazie ai numerosi accessori originali pensati appositamente. Entro il 2015 saranno disponibili anche altri elementi aggiuntivi Yard Built, provenienti da importanti customizzatori internazionali.