Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Nissan Juke 2017: restyling e versione ibrida


Nuovi motori e un rinnovato design per la seconda generazione della Juke. Uscirà nel 2017

di Andrea Bressa

Per ora si tratta di indiscrezioni, anche se provenienti da fonti ufficiali, ma la seconda generazione di Nissan Juke, il cui lancio è previsto per il 2017, potrebbe presentarsi con un nuovo look e una dotazione rinnovata di tecnologia e prooulsori, anche in versione ibrida.

È ciò che emerge dalle parole di Shiro Nakamura, Chief Creative Officer di Nissan intervistato dal magazine AutoExpress. Secondo il manager, infatti, il SUV compatto dell'azienda giapponese sarà “tagliente e meno mainstream”, più raffinato, più efficiente, mantenendo comunque un'identità estetica che lo renda riconoscibile a tutti come Juke, probabilmente per non perdere quell'appeal che appare vincente nei mercati mondiali: in sei anni di attività la Juke non sembra aver conosciuto crisi, con dati che parlano di circa 100mila unità vendute all'anno.

Dalle prime immagini si nota un avvicinamento importante verso le proporzioni della sorella maggiore Qashqai, soprattutto nella parte anteriore. Sono invece i grandi passaruota e i fanali posteriori la firma che consente il mantenimento di un'identità Juke.

Una novità importante riguarda la nuova piattaforma su cui si baserà il veicolo, ossia la CMF-B, realizzata da Nissan in collaborazione con Renault. I vantaggi che porta riguardano la riduzione di peso dell'auto, un risparmio in costi di produzione, un maggiore spazio interno (soprattutto per i sedili posteriori) e, non da ultimo, la possibilità di ampliare la gamma di propulsori a disposizione. Vedremo infatti, molto probabilmente, un inedito parco motori: un 3 cilindri 1.0 turbo, un 1.5 diesel e un 4 cilindri 1.6 turbo. E, soprattutto, farà la sua comparsa la versione ibrida, come anticipato nel concept GripZ, presentato allo scorso Salone di Francoforte: un esemplare che non è poi così lontano dall'estetica Juke e che, secondo alcuni, potrebbe influenzare la realizzazione del modello definitivo.

Infine, per quanto riguarda gli interni, ci si aspetta un design ispirato alla nuova Micra, abbinato a una dotazione di tecnologia infotainment rinnovata, completa di compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto.