Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Honda SH, 30 anni di successi


Completamente rinnovato lo scooter dell’azienda giapponese

Cosa fare per festeggiare i trent’anni del modello più famoso e amato dagli scooteristi? Regalare una sorpresa agli appassionati: ossia un nuovo modello, pensato e presentato per l’occasione. Roma (Capitale anche delle due ruote) è stata scelta come location per l’anteprima mondiale del nuovo modello dell’Honda: l’SH, una sigla diventata un must.

Come da tradizione, la presentazione è stata preceduta da un po’ di suspense: un grande telo rosso celava quello che è diventato un vero oggetto di culto. Scoperto il nuovo modello – che si chiama SH300i ABS 2015 ed è stato presentato ufficialmente al grande pubblico, l’azienda nipponica non ha nascosto l’emozione per un traguardo che si accompagna a una storia fatta anche di numeri: "Un milione di Honda SH sono stati venduti in Europa negli ultimi 30 anni". Dall’happening romano grandi aspettative per ciò che dovrà rappresentare l’innovazione nella continuità rappresentata dal nuovo SH: "Il primo SH300i portò eccitanti prestazioni nella gamma SH, con un’accelerazione davvero brillante combinata a un’agilità sorprendente" spiega Michio Atsuchi, Large Project Leader. "Per noi del team di sviluppo fu una grande soddisfazione sentirlo definire 'l’arma perfetta per il traffico cittadino'. Il nuovo SH300i ABS 2015 è addirittura più performante e sofisticato, più efficiente nei consumi, più maneggevole e dotato di un’estetica ancor più affascinante".

A proposito di design, la nuova versione nasce da un tocco tutto italiano ed è evidenziato dai gruppi ottici a LED. Per il resto il nuovo SH si basa sulla stessa formula che negli anni ha caratterizzato il suo predecessore con alcune significative novità: un nuovo telaio in acciaio, progettato per ottenere un vano sottosella capace di accogliere un casco integrale. La sella a 805 mm e la pedana sagomata, poi, permettono facilmente di toccare con i piedi a terra, e grazie alla posizione di guida naturale sia la visibilità che la padronanza del mezzo sono garantite. Per ciò che riguarda le prestazioni l’obiettivo dell’Honda è mantenere la reputazione conquistata nella categoria, oltre a un sensibile miglioramento dell’efficienza dei consumi, con il rinnovato motore monocilindrico a 4 valvole da 279 cc a iniezione elettronica PGM-FI. Un occhio di riguardo anche all’ecologia. Il nuovo SH, spiega l’azienda, è il primo veicolo a due ruote ad ottenere l’omologazione Euro4, "risultato ottenuto con un anno di anticipo sull’entrata in vigore dei futuri obblighi di legge". Dal punto di vista della sicurezza nell’impianto frenante troviamo un’altra novità, ovvero l’ABS a due canali di serie, che rende affidabile la frenata in qualsiasi condizione del fondo stradale. A margine della "prima", addetti ai lavori e semplici appassionati non hanno nascosto infine una certa emozione per un oggetto che ha scavalcato il concetto di semplice mezzo di trasporto. (Antonio Rapisarda)