Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Guida su neve e ghiaccio: cinque regole


Cosa fare (e non fare) per restare saldi alla guida della propria supercar

di Paolo Matteo Cozzi

Strade ghiacciate, innevate, comunque fredde e scivolose: che facciate parte o meno del 35% di italiani che sceglie le gomme invernali termiche o del 34% che preferisce pneumatici 4 stagioni (spesso montati sui Suv), ecco alcuni consigli per chi affronta l’inverno al volante.

Controlli a casa: nel periodo freddo è buona regola effettuare qualche controllo tecnico come la verifica dei tergicristalli (la gomma s’indurisce), la capacità della batteria (il freddo ne riduce l’autonomia), la presenza dell’antigelo (sia nel radiatore che nel liquido per pulire i parabrezza) per essere pronti al sottozero. 

Controllate lo stato degli pneumatici, la pressione di gonfiaggio e la profondità del battistrada, che deve essere almeno 3-4 mm superiore al limite di legge (1,6mm), curate la posizione di guida: non state troppo distanti dal volante per evitare ritardi di risposta delle braccia, né troppo vicini per evitare che le braccia impaccino il corpo. Se possibile, sollevate leggermente la seduta per migliorare la visibilità verso l’esterno e valutare meglio le condizioni del fondo stradale.

La guida sulla neve è difficile e impegnativa, quindi bisogna essere consapevoli dei propri limiti ma anche saper prevedere il comportamento degli altri: fondamentale la distanza di sicurezza.

Partenza sulla neve: accelerate sempre progressivamente per evitare il pattinamento delle ruote e cambiate rapporto rilasciando dolcemente la frizione (cambio manuale), se le ruote iniziano a slittare inserite la marcia superiore. Consente di ridurre la coppia motrice (forza applicata alle ruote) favorendo il ripristino dell’aderenza; di solito in salita è utile impiegare una marcia superiore a quella che normalmente usereste su asfalto asciutto.

Frenata: anticipare la frenata cercando di evitare l’inserimento dell’Abs, usare il freno motore facendo attenzione a non rilasciare bruscamente la frizione in scalata o, nel caso di alcuni cambi automatici, utilizzare la funzione “neve” spesso segnalata con la lettera “W” (Winter). Per diminuire il rischio di bloccaggio delle ruote in discesa (se non è presente un sistema elettronico antislittamento) utilizzate una marcia inferiore a quella che solitamente usereste in condizioni di asfalto asciutto.

Prima della curva diminuite la velocità: rallentate in rettilineo alzando il piede dall’acceleratore, poi muovete il volante dolcemente e con costanza al fine di evitare che gli pneumatici perdano aderenza, mantenendo comunque una velocità bassa e regolare per non squilibrare la vettura.

@paolocozzi