Questo sito contribuisce alla audience di panorama

GSX-S1000, la prima maxi naked di Suzuki


La casa giapponese mostra la sua supersportiva nuda. Arriverà la prossima primavera

di Martino De Mori

Suzuki cala la sua carta per combattere nell'arena delle maxi naked. È la nuovissima GSX-S1000, una 4 cilindri da 999 cc dall'anima streetfighter.

Per la casa di Hamamatsu si tratta della prima 'nuda' di grossa cilindrata, una supersportiva che vedremo anche questa settimana a Eicma, il salone milanese delle due ruote, insieme alla versione carenata GSX-S1000F.

Il nome richiama i bolidi Suzuki che hanno fatto la storia, come la Katana, icona degli anni Ottanta; moto fatte di potenza e solidità. La 'S' significa Street Sport: il motore è quello delle Gsx prodotto fra 2005 e 2008, di ispirazione stradale e dunque molto scattante ai regimi medio-bassi.

La ciclistica prevede telaio di derivazione superbike, forcellone in alluminio e forcella rovesciata. Quanto a sicurezza c'è il controllo elettronico della trazione a tre livelli (Sport, City e Wet) e l'Abs. Una novità è il sistema di accensione Suzuki Easy Start: non serve più tenere premuto lo starter per far partire la moto, ma basta toccare appena il pulsante dedicato, e non serve nemmeno tenere tirata la leva della frizione.

Con le sue tre colorazioni (blu, rosso/nero grigio), la nuova maxi naked ha un impatto visivo notevole, un mix di sportività e sobrietà, con plastiche nero opaco, comparto ottico ipersagomato, impianto di scarico lucido e aggressivo.
Arriverà a primavera 2015, a un prezzo ancora da definire.