Questo sito contribuisce alla audience di panorama

BMW Z4 Concept, il ritorno di un’icona moderna


Al momento è un concept, ma in tanti sono già rimasti conquistati dalla nuova veste della mitica spider dell’azienda bavarese

di Andrea Bressa

Una delle più belle perle uscite recentemente nel mondo delle quattro ruote è certamente la BMW Z4 Concept. Si tratta del prototipo che anticipa l'attesa terza generazione della iconica spider tedesca. Il modello destinato al mercato uscirà nel 2018, ma questo esemplare è in sostanza l'ultimo step progettuale, molto vicino al disegno definitivo. Un concept che ha già conquistato i consensi del pubblico e della critica.

Come si presenta

La BMW Z4 Concept, che è stata presentata allo scorso Concorso di Eleganza di Pebble Beach, in California, si mostra con alcune variazioni sostanziali rispetto alle precedenti generazioni di Z4. Innanzitutto si nota un abitacolo, a due posti secchi, posizionato più avanti, definendo un diverso equilibrio di proporzioni. Il cofano rimane comunque allungato e il corpo vettura appiattito, come da tradizione per le spider BMW.

La carrozzeria è muscolosa, con rientranze sui fianchi e filanti tagli sul cofano. Linee che seguono con coerenza la nuova via stilistica BMW, inaugurata diversi anni fa con il concept Vision Connecteddrive. Sono nuovi i cerchi in lega leggera da 20 pollici, come inedito è anche il colore di lancio, un arancione Energetic molto elegante. Ma l'aspetto futuristico è controbilanciato da alcuni richiami al passato, come le modanature sulla griglia che ricordano la 328 Mille Miglia del 1936.

Ritorna il tettuccio in tela

Un tocco di tradizione è dato anche dalla capote ad azionamento elettrico, che non è più in metallo, come sulla precedente generazione, ma in tela: un must per chi è appassionato di spider.

Gli interni

I due posti della BMW Z4 Concept sono separati cromaticamente: chi guida è circondato dal nero, mentre al passeggero è dedicata la stessa colorazione della carrozzeria.

Spicca in particolare lo stile sobrio e minimal degli interni, sia a livello estetico che tecnologico. Sono presenti due schermi, uno per la strumentazione e l'altro per l'infotainment, e un volante sportivo. Il tunnel centrale, molto ordinato, ospita il resto dei comandi.

Il gemellaggio con Toyota

Nello sviluppo di questo concept BMW ha voluto la collaborazione di Toyota. Sulla stessa piattaforma della Z4, infatti, l'azienda giapponese andrà a creare la discendente diretta della sua mitica supercar Supra.

Anche la proposta di motorizzazioni sarà probabilmente la stessa per entrambi i veicoli. Ossia un 4 cilindri turbo da 2 litri e un 6 cilindri turbo da 3 litri, rispettivamente da 200 e 350 cavalli di potenza.