Questo sito contribuisce alla audience di panorama

BMW Serie 4 Cabrio e Serie 2 Coupé: le anteprime


Il test dei due nuovi modelli firmati BMW tra maggiori dimensioni, potenza, performance

di Paolo Matteo Cozzi

Steve McQueen correva dalla sabbia alle dune del Mojave Desert negli anni Sessanta; inforcava la sua Triumph, e via. Percorreva queste strade polverose, strade a metà fra il panorama de "La Grande Fuga" e quello dell’animazione "Rango". Le stesse strade che percorriamo oggi, mentre la mente corre alle fotografie in cui The King of Cool fatica e suda (peraltro con uno stile incredibile) insieme all’amico Bud Ekins. 

Sfidiamo il deserto a bordo della nuova Bmw Serie 4 Cabrio, il modello che cresce di numerazione - da Serie 3 a Serie 4, secondo il nuovo capitolato Bmw – ma anche e soprattutto in larghezza, passo, carreggiata. L’armonia delle proporzioni non ne risente: l’auto è bella, e l’andamento caratteristico delle linee è il risultato di sbalzi anteriori e posteriori ridotti, "spezzati" da cofano motore allungato e abitacolo arretrato. Ha il tetto di metallo, come vogliono le moderne convertibili, e motori benzina e diesel davvero veloci. Guidare è semplice e stimolante, qui, lungo strade infinite, circondati solo da cactus, sabbia e storia. Una storia affascinante, specie quella che riguarda la città di Las Vegas e i suoi casinò, gli intrecci col crimine organizzato e le mille luci che ancora oggi ne illuminano i profili. 

Nel 1946 Bugsy Siegel apre il Flamingo e trasforma il Nevada nel crocevia nazionale del Mob (Mafia): qui gli amici degli amici non sono solo quelli che stringono la mano a Frank Sinatra. Prima di The Voice la città del gioco è il fulcro delle operazioni per nomi illustri e famigerati del crimine organizzato, i mobsters. Nomi pesanti, pesanti come quel piombo che si portano dietro: Capone, Luciano, Costello, solo per citarne alcuni presi da una lista interminabile e quasi tutta dall’accento italo-americano, un network incredibile con ramificazioni capillari, da New York a Los Angeles.

Oggi la città ha un volto diverso, è quello dell’America che mangia junk food e invade le strade scambiandola per una Disneyland aperta 24 ore e che, per via di clima e strutture, è l’ideale per organizzare test come quello dell’altra vettura in esame: la Bmw Serie 2 Coupé. La più performante delle declinazioni di questo nuovo modello è la M235i: installa il potente tre litri biturbo con sei cilindri e 326 cavalli, ha 4 posti, la trazione posteriore, e dimensioni che la rendono davvero equilibrata, agile e scattante durante la guida sportiva. Una giostra perfetta per la Disneyland della velocità.

@paolocozzi