Questo sito contribuisce alla audience di panorama

La berlina Bmw scopre il nuovo lusso


Presentata a Pechino la Vision Future Luxury: colorata in Liquid Platinum Bronze, interni regali, tecnologia laser per i fanali anteriori e realtà aumentata

di Paolo Matteo Cozzi

Lanterne rosse a Pechino per Bmw che si presenta all’appuntamento biennale con il salone della capitale cinese portando una visione di futuro a tutto lusso: Bmw Vision Future Luxury, lo dice il nome stesso, è l’inattesa ammiraglia che anticipa le linee guida del nuovo capitolato stilistico del marchio bavarese.

L’impulso è di Adrian van Hooydonk, il capo dello stile Bmw, e del delfino Karim Habib: talentuoso responsabile alla guida del design team. La proposta è schietta: se Bmw si è recentemente concentrata su tutta una serie di veicoli alternativi (a breve testeremo l’ibrida sportiva i8 che segue il lancio della prima all electric del Gruppo, i3) oltre che sulla ridefinizione dei modelli più venduti (le Serie dalla 1 alla 4), è il momento di tornare a pensare esclusivamente al lusso.

Colorata in Liquid Platinum Bronze questa nuova Gran Coupé ha una linea moderna e interni regali, materiali di altissimo livello e tanta tecnologia inevitabile oramai per ogni nuovo modello.

A bordo salgono infatti fanali anteriori con tecnologia laser, circa 10 volte più efficaci dei fari Led, e posteriori Oled, ma anche la realtà aumentata che accompagna con immagini reali quelle digitali dell’head up display. Ovviamente per gli interni, si spalancano con l’efficace apertura "ad armadio" delle portiere, ci sono materiali nobili come alluminio, carbonio, legno. Finiture preziose per appagare i sensi e accompagnare discretamente la massiccia partecipazione alla dotazione di bordo di tablet, schermi, e servizi che non possono più prescindere dalla rete. Trattandosi di lusso (vero) qui la semplice connessione viene veicolata dal servizio ConnectedDrive Luxury Concierge: un assistente personale che insieme a questa vettura promette di trasformare ogni viaggio in una coccola.

@paolocozzi