Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Auto d’epoca in gara sulle Dolomiti


La Coppa D’Oro delle Dolomiti torna a Cortina d’Ampezzo dal 17 al 20 luglio tra fascino, glamour e competizione

di Gaia Passi

Sullo sfondo le montagne più belle del mondo. In gara, le più eleganti auto d’epoca. Torna, dal 17 al 20 luglio, la Coppa D’Oro delle Dolomiti, una competizione automobilistica classica dedicata ai “gentlemen drivers” di tutto il mondo.

- La gara: quattordici passi dolomitici e 584 chilometri tra panorami mozzafiato, tornanti insidiosi, pendenze superiori al 10%. La Coppa D’Oro delle Dolomiti non è una semplice sfilata tra le vette, è una vera e propria gara in cui si sfideranno fino a 120 auto costruite tra il 1919 e il 1961. La partenza della corsa è alle 8.30 di venerdì 18 luglio da Cortina D’Ampezzo: prima tappa, dopo le soste di Belluno e Bolzano, a Merano, per rientrare a Cortina sabato 19 luglio dopo un passaggio dal circuito dei passi dolomitici e Corvara. Le iscrizioni alla competizione sono aperte fino al 25 giugno.

- La storia: la prima Coppa d’Oro delle Dolomiti si disputò nel 1947, ospite d’onore il campione Tazio Nuvolari, che tenne a battesimo la corsa e partecipò alle prime edizioni della gara di velocità ideata da Ferruccio Gidoni, presidente dell’AC Belluno di allora. Tra il 1947 e il 1956 piloti affermati e sconosciuti amatori si affrontarono a bordo di Alfa Romeo, Ferrari, Maserati e altre grandi case automobilistiche sui tornanti delle splendide Dolomiti (dal 2009, Patrimonio mondiale dell’Umanità Unesco). Quest’anno, la competizione si disputerà dal 17 al 20 luglio proprio in omaggio alle edizioni storiche che si svolsero dal 1947 al 1956 negli stessi giorni.