Questo sito contribuisce alla audience di panorama

3 cose da sapere su Mercedes-AMG GT e GT C Roadster


Debuttano al Salone di Parigi le due nuove cabrio sportive dell’azienda tedesca. Ecco i dettagli

di Andrea Bressa

Come sempre il Salone di Parigi riserva numerose interessanti novità che stuzzicano la curiosità di appassionati ed esperti del mondo a quattro ruote. Tra queste è necessario a nostro avviso segnalare una delle proposte che Mercedes ha deciso di presentare alla kermesse francese, più precisamente una doppia proposta che prende i nomi di Mercedes-AMG GT Roadster e Mercedes-AMG GT C Roadster.

Si tratta di due nuove versioni in formato cabrio della sportivissima GT R (che ha debuttato allo scorso Goodwood Festival of Speed), realizzate con la consueta collaborazione di AMG, l'azienda di Affalterbach che si occupa della messa in opera dei modelli sportivi di Mercedes. S

Ma ecco tre cose da sapere per conoscerle meglio.


Le differenze
Entrambe a trazione posteriore e dotate di motore V8 biturbo da 4 litri, le due auto si differenziano per la potenza: 476 cavalli per la AMG GT e 557 cavalli per la GT C. Quest'ultima ha dalla sua anche alcuni equipaggiamenti esclusivi (perlopiù ispirati alla capostipite GT R), tra cui gli interni in pelle nappa, volante Performance AMG in pelle e microfibra e un pacchetto di soluzioni tecniche “da pista”, come un programma di marcia Race, assetto sportivo Ride Control, differenziale posteriore autobloccante a regolazione elettronica e l'asse posteriore sterzante. Speciali elementi in alluminio e magnesio, adottati per bilanciare le masse riducendo il peso sull'asse anteriore, sono dedicati alla sola AMG GT C.

Le cose in comune
Oltre ad avere lo stesso tipo di motorizzazione, le due nuove creature AMG hanno in dotazione l'Active Air Management, un sistema che, attraverso le prese d'aria del paraurti anteriore comandate elettronicamente, è in grado di gestire i flussi d'aria per il raffreddamento a seconda delle condizioni di guida, così da ottimizzare aerodinamica, prestazioni e di conseguenza anche i consumi. Inoltre, per risparmiare peso, sia la AMG GT che la GT C presentano, oltre al già collaudato telaio in alluminio, un portellone realizzato in fibra di carbonio, sviluppato appositamente dalla fabbrica Mercedes-Benz TEC di Sindelfingen e per la prima volta installato su modelli di serie. Anche il tettuccio fa parte degli elementi comuni: occorrono circa 11 secondi a entrambi i modelli per passare dalla modalità chiusa a quella cabrio, attraverso il movimento completamente automatizzato della capote tristrato in tela, azionabile fino a una velocità di 50 km/h. Ricca la disponibilità di scelta per le tinte: undici tonalità di carrozzeria e dieci per gli interni, abbinabili a tre diverse colorazioni della capote (nero, beige e rosso).

Prestazioni
Per quanto riguarda le prestazioni siamo di fronte a due modelli che promettono soddisfazioni: la AMG GT scatta da 0 a 100 km/h in 4 secondi, raggiungendo una velocità massima di 302 km/h; la sorella GT C impiega invece solo 3,7 secondi per fare da 0 a 100 km/h, arrivando fino a 316 km/h.