Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Milano Fashion Week, il meglio della moda uomo


Teste mozzate e droni in passerella, celebrity alla guida di macchine da Formula 1 e show eventi con live music internazionale. Ecco il meglio della moda maschile vista a Milano

di Annalisa Testa

Si è da poco conclusa la Settimana della Moda Donna che, sempre più spesso, coinvolge anche collezioni, eventi e presentazioni che coinvolgono l'universo della moda maschile. Cinque giorni intensi, tra celeb in passerella o in front row, interazioni social che diventano virali con oltre 15 milioni di interazioni e droni che portavano in passerella accessori sospesi.

Leggi anche: Milano Moda Uomo, il meglio della settimana della moda maschile

Leggi anche: Pitti Immagine Uomo, lo speciale dell'edizione di gennaio 2018.

Tommy Hilfiger, lo show evento della Fashion Week
Un evento show quello di Mr Hilfiger che omaggia la partnership tra Tommy Hilfiger e la scuderia Mercedes-AMG Petronas Motorsport con un evento esperienziale ad alto tasso di energia. TommyNow “DRIVE” atterra a Milano con l'ambasciatrice globale del marchio Gigi Hadid, i look della sfilata sono immediatamente disponibili online attraverso un sistema di canali di acquisto in oltre 70 Paesi.

Un'esperienza che ha accolto oltre 2.000 ospiti, tra consumatori, giornalisti, buyer, VIP e influencer. Gli ospiti si sono immersi nel mondo altamente energico di TommyNow “DRIVE”, passando attraverso un tunnel futuristico e super-dinamico caratterizzato da una galleria di ritratti, circondati da suoni autentici delle gare di Formula 1 provenienti dagli altoparlanti Bose e da installazioni luminose con i LED che simulavano le luci di auto in corsa in movimento. Hanno inoltre potuto sperimentare il brivido delle corse automobilistiche con il Simulatore di guida F1 e la Sfida di pit stop F1, entrambi forniti da Mercedes-AMG Petronas Motorsport.

Una collezione in mostra, Santoni debutta nel menswear
Il designer Marco Zanini è il fautore dell'esordio nel mondo dell'abbigliamento di Santoni. Una collezione esposta come una mostra fatta di capi senza tempo che vanno a creare un guardaroba di base, capi mai stagionali bensì pezzi iconici che possano essere indossati anno dopo anno. Celebrazione di quell'attitudine milanese tipoca del brand il cui punto di partenza è un’attenta ricerca e selezione dei materiali. 

Panni di lana infeltriti, lavorati a taglio vivo che divantano cappotti. Pellicce in baby camel e cashmere, e ancora taffetas tecnici e gabardina di lana giapponese. I colori sono un mix di tonalità classiche (blu navy, camello, tabacco, verde militare, nero sbiadito) e toni accesi (giallo, blu, senape e arancio pumpkin), che compaiono solo nella maglieria.

Al Teatro Manzoni, il party di La Martina condj set, live music e una capsule street.
Dopo la capsule con Mariano Di Vaio, presentata allo scorso Pitti Uomo, La Martina ha fatto il bis a Milano con un nuovo progetto battezzato Fair Play: una capsule collection che unisce l'heritage del brand con un gusto street. Il party, in scena al Teatro Manzoni di Milano ha vito la live performance di Ne-Yo, nome d’arte di Shaffer Chimere Smith. La collezione, un inno al Fair Play, dicotomia perfetta tra l'heritage La Martina e una visione urban streetwear, una capsule che mixa l'estetica urbana a riferimenti sportivi, il minimalismo degli anni 90 con lo urban streetstyle in chiave tutta nuova, in grado di suscitare un senso di appartenenza, di globalità.