Questo sito contribuisce alla audience di panorama

I superalcolici delle star


La tequila di George Clooney è famosissima, ma ci sono anche la vodka di Dan Aykroyd, lo scotch di David Beckham, la tequila di Justin Timberlake e il gin di Ryan Reynolds

di Aldo Fresia

Il rapper statunitense E-40 ha annunciato recentemente l'arrivo nel mese di aprile di una nuova linea di tequila, E. Cuarenta, distillato che si aggiunge al suo impegno come produttore di vino e birra. Per quanto da noi E-40 non sia famosissimo, la sua iniziativa è però significativa di una tendenza consolidata fra le stelle dello showbiz e cioè di investire una parte del proprio denaro in brand di alcolici. Sempre nell'ambito della tequila, per dire, è stato un successo enorme il lancio del marchio Casamigos, ideato da George Clooney insieme all'amico Rande Gerber. Proviamo allora a inquadrare la situazione andando a pescare i nomi più altisonanti che si sono cimentati nella produzione di spiriti vari.

TEQUILA
Per iniziare, completiamo il quadro relativo al distillato di agave tipico del Messico. Oltre a E-40 e George Clooney abbiamo anche la Sauza 901 Tequila di Justin Timberlake, nata dalla collaborazione fra il cantante/attore e la leggendaria Casa Sauza. Ulteriore marchio interessante è Santo, che è il primo mezquila al mondo, cioè una combinazione di tequila e mezcal (entrambi si fanno a partire dall'agave, con la differenza che per la tequila è obbligatorio utilizzare quello di una specifica zona messicana). Gli inventori di Santo sono il frontman dei Maroon 5, Adam Levine, e l'ex cantante/chitarrista dei Van Halen, Sammy Hagar (che tra l'altro ha un proprio marchio di rum, Sammy's Beach Bar). Altri brand presieduti da vip sono Pura Vida (di Billy Gibbons, chitarra e voce degli ZZ Top) e Casa Dragones, del conduttore televisivo Ryan Seacrest.

VODKA
Anche qui il panorama è affollato. I due nomi più celebri sono probabilmente quelli degli attori Dan Aykroyd e Channing Tatum: il primo è patron della Crystal Head Vodka, venduta in una bottiglia a forma di teschio (“simbolo di vita, che riflette potenza e illuminazione”, dice Aykroyd); il secondo ha coinvolto la Grand Teton Distillery dell'Idaho nella realizzazione di Born and Bred, distillato morbido e non aggressivo. La vodka ha colpito al cuore anche l'ex star del basket NBA Dennis Rodman, che ha lanciato Bad Ass (ideale “per far decollare una festa”), e il cantante e musicista Blake Shelton, famoso da noi soprattutto come coach della versione statunitense del talent The Voice: c'è lui dietro al Smithworks.

GIN
In questo caso il nome è uno solo, ma bello grosso: si tratta dell'attore e produttore Ryan Reynolds, recentemente sotto i riflettori grazie al successo cinematografico del film Deadpool e all'attesa per il sequel che esce a maggio 2018. Reynolds non ha creato un brand nuovo di zecca, ma a febbraio 2018 è diventato il proprietario di Aviation Gin, pioniere della distillazione artigianale statunitense (ha sede in Oregon). L'attore si occuperà regolarmente di gestire il business e supervisionerà la direzione creativa dell'azienda.

WHISKEY
L'attore Matthew McConaughey è il direttore creativo di Wild Turkey, ma non ha voce in capitolo sulla produzione di whiskey, dunque conta solo fino a un certo punto in questo elenco (c'è perché famosissimo). Decisamente maggiore il coinvolgimento del rapper canadese Drake, che nel 2009 ha fondato Virginia Black Whiskey insieme al patron di DeLeon Tequila (Brent Hocking): sotto questo marchio si trovano tre bourbon, tutti basati su un alto contenuto di segale e distinti dagli anni di invecchiamento. Anche il regista Brett Ratner possiede un brand: si chiama The Hilhaven Lodge ed è un piccolo progetto che sforna un blend di bourbon, Tennessee whiskey e rye whiskey. Fedele alle proprie origini britanniche, l'ex calciatore David Beckham ha scelto di non puntare sui whiskey statunitensi, ma di produrre un single grain scotch whisky di nome Haig Club. Viene infine dal mondo delle arti marziali miste il whiskey irlandese di Conor McGregor: si chiama Notorious Irish Whiskey ed è stato annunciato ad agosto 2017, durante la conferenza stampa seguita alla sconfitta contro Floyd Mayweather. Dovrebbe arrivare sul mercato relativamente presto.