Questo sito contribuisce alla audience di panorama

7 coltelli che non possono mancare in cucina


A ognuno la sua lama: per il pane, per la carne o per il sushi. Per chi è già uno chef esperto e per chi sta imparando

di Chiara Degl’Innocenti

Ogni taglio vuole il suo coltello. Da quello per il salame all’ideale per il carpaccio, fino alla lama per i surgelati o adatta ai cuochi in erba. Proprio così, esiste anche il coltello “sicuro” per i ragazzi. Ecco quali sono gli immancabili in cucina.

Coltello per perfezionisti
Il coltello con lama seghettata è lungo  e a "denti" e viene usato per tagliare il pane, i dolci con crosta zuccherata e interno soffice, ma anche verdure fribrose, come le melanzane o i pomodori. La sega è utile per non schiacciare gli alimenti durante il taglio. Per i fanatici della fetta perfetta, esistono anche i coltelli con lama seghettata perpendicolare che producono un taglio netto con il minor numero di briciole o frammenti possibili.

Coltello dello chef
Considerato un universale si adatta alla maggior parte dei tagli perché unisce due tipi di coltello, il trinciante e quello che riesce a tagliare perfettamente con il minimo movimento del polso. La forma della lama è più ampia e lunga fino a 20 cm in modo da permette di utilizzarlo anche come paletta.

Coltello dei vegetariani
La lama all’apparenza potrebbe sembrare una piccola mannaia ma serve soprattutto per tagliare le verdure. Di solito non ha punta per potere maneggiare il coltello con maggior disinvoltura. Compagno fedele dei vegetariani è un insostituibile nella preparazione dei battuti ed è usato come strumento di precisione quando si vogliono ottenere fette sottili e precise, come il taglio delle zucchine.

Coltello per gli amanti del sushi e del carpaccio
Stretta, lunga e ad affilatura asimmetrica (ossia un lato è concavo, l’altro è convesso) la lama di questo coltello giapponese permette di tagliare alimenti molto morbidi ma che, al taglio, risultano un po’ appiccicosi, come il pesce crudo. Muovendo il polso in una sola direzione si ottengono fette lisce e precise. Ideale anche per il carpaccio.

Coltello per chi surgela
Per chi usa solo una parte della carne o del pane che ha in freezer esistono anche i coltelli per tagliare i surgelati. La lama ha una doppia cutinatura su entrambi i lati che permette di affettare alimenti più duri. Lo si può usare anche per le cipolle fresche e i salumi.

Coltello per chi mangia frutta
Viene chiamato anche “spelucchino” e ha una lama ricurva a forma di becco che si adatta a qualsiasi forma rotondeggiante e permette di sbucciare la frutta andando a eliminare soltanto la buccia. La punta viene usata anche per lardellare e decorare.

Coltello per giovani chef
Per i ragazzi che sognano di diventare chef c’è un coltello più corto con un'impugnatura sicura abbinato a un piccolo scudo “salva dita” in materiale sintetico che garantisce la massima sicurezza ai più piccoli o ai cuochi distratti.