Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Polpette: 5 posti dove mangiare le più buone


Da cibo povero a protagonista di piccoli ristoranti e street food gourmet

di Francesca Martinengo

Sono le più amate dagli italiani: le polpette sono golose, easy da mangiare e da preparare e fanno allegria. Anzi fanno proprio sentire a casa, coccolati da un comfort food d’eccellenza. Che può essere anche street food. E se, fino a pochi anni fa, nei ristoranti ci si guardava bene dal proporle – perché sinonimo di riciclo e di cucina casalinga troppo cheap – oggi piovono polpette: nel senso che in molte città, da nord a sud d’Italia, i locali che fanno solo polpette sono un must... con appendici anche all’estero.

Qui abbiamo scelto cinque indirizzi:
A Milano, un classico. The Meatball Family. Tra i soci l’attore Diego Abatantuono. Infatti la selezione di meatball assortite si chiama “eccezzziunale”. Ma qui soprattutto servono il piatto che in Italia non esiste: gli spaghetti meatball (cioè con le polpettine).

Non servono i classici Spaghetti alla Bolognese (cioè con le polpette, stile Lilli e il Vagabondo), ma se siete a New York provate The Meatball Shop – sei location fra Manhattan e Brooklyn: polpette di maiale piccante, di pollo, anche veggie e gluten free a cui abbinare, personalizzandole, vari tipi di salse.

A Roma la polpetta è biologica. Almeno quella di ALLbiONE che è anche take away nei box (da 3, 8, 15 pezzi) e in 15 varianti, da quelle classiche con manzo e pomodoro San Marzano, alle polpette di pollo con curry, curcuma e cumino, fino a quelle di baccalà con salsa di ceci. Parole chiave: materie prime a km0, biologico, organico ed ecosostenibile.

Classiche, vegetariane e per i più piccoli. Sono le polpette in menù da Bolpetta, a Bologna, da mangiare seduti (avendo prenotato prima) all’ombra delle Due Torri. In menù, oltre alle polpette di melanzane alla parmigiana con stracciatella di Burrata e quelle al salmone marinato alle erbe aromatiche con salsa allo yogurt e aneto, anche la Boltoletta alla Bolognese (rivisitazione in chiave polpetta della famosa Cotoletta di Vitello alla Bolognese con crema di Parmigiano Reggiano e Prosciutto Crudo di Parma) e i Boltellini in Brodo (Tortellini in brodo di carne tradizionale). Il tutto accompagnato da un ottimo Lambrusco.

A Torino c'è Norma, polpetteria artigiana, è proprio dietro l’università. Ci sono anche le polpette di magro, le vere polpette riciclo e antispreco, fatte con ingredienti una volta poveri e ora gourmet. Come la Norma di mezzo: ricotta, uova, sale, maggiorana, o quella fave, cicoria e pecorino. Fra le polpette dolci la cocco e mango e la crisciuta fritta. servita con frutti rossi e crema di mandorle.