Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Ottobre: gli eventi haute cuisine


Siete dei foodie appassionati con una vena da globetrotter del gusto? Questo mese sembra fatto apposta per voi

di Francesca Martinengo

Ottobre inizia con Gastronomika: San Sebastián riunisce l’alta gastronomia internazionale. L’Italia sarà il Paese ospite di questa sedicesima edizione e dal 5 all’8 ottobre il palco del Palacio Kursaal – con vista sull’Atlantico – vedrà susseguirsi 24 chef provenienti dal Nord e Sud del Belpaese – per un totale di 30 stelle Michelin, che incanteranno il pubblico di appassionati e operatori parlando della loro filosofia in cucina. Ovviamente senza nulla togliere ai grandi della cucina spagnola e basca.

Autumn in New York o anche coast (europeo) to coast (americana): il mese prosegue con Identità Golose a New York: dal 9 al 12 ottobre a Eataly New York protagonista sarà la cucina contemporanea d’autore. Sette chef che rappresentano il meglio della ristorazione americana insieme ad altrettanti che fanno grande quella italiana saranno allo stesso tempo docenti della classi presso la Scuola Grande di Eataly e i protagonisti di cene a più mani. Alcuni nomi? Michael Anthony (Ristorante Gramercy Tavern, New York - 1 stella Michelin), Daniel Humm (Ristorante Eleven Madison Park, New York - 3 stelle Michelin), Lidia Bastianich (Ristorante Felidia, New York), Massimo Bottura (Ristorante Osteria Francescana, Modena – 3 stelle Michelin), Davide Scabin (Ristorante Combal.Zero, Rivoli – 2 stelle Michelin), Carlo Cracco (Ristorante Cracco, Milano – 2 stelle Michelin), Luciano Monosilio (Ristorante Pipero al Rex, Roma – 1 stella Michelin).


Per finire, Tutti a Bordo dell’Arca: è questo il claim di questa edizione – la decima – del Salone del Gusto, dal 23 al 27 ottobre a Torino. Il cuore del Salone sarà come sempre il grande Mercato, con oltre 1000 espositori, poi lezioni di grandi chef al Teatro del Gusto, ma tra le novità di quest’anno anche le classi della Scuola di Cucina: 2 ore per apprendere la ricetta “segreta” di grandi chef, interagendo a tu per tu. Per esempio: Josean Alija del Ristorante Nerua del Guggenheim di Bilbao, la brasiliana Regina Tchelly, artista della cucina degli avanzi, mentre il tre stelle abruzzese Niko Romito (Ristorante Reale di Casadonna) insegnerà la tecnica di cottura delle carni. E poi un’area di Mixology, ovvero l’arte del bere miscelato, presentata da grandi baristi internazionali come Dom Costa. Perché, diciamolo, il cocktail di un grande bartender non ha nulla da invidiare al piatto di una grande chef.