Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Ortinfestival, sette ragioni per andare


Dal 30 maggio al 2 giugno i prodotti della terra vengono celebrati al Potager Royal dei Giardini della Reggia di Venaria Reale di Torino attraverso degustazioni, vendita diretta, spettacoli e musica dal vivo

di Chiara Degl’Innocenti

Per celebrare l’orto e i piaceri del cibo al Potager Royal dei Giardini della Reggia di Venaria Reale di Torino si svolge, dal 30 maggio al 2 giugno, la prima edizione di Ortinfestival, la kermesse gastronomica dedicata agli orti contemporanei ideata dall'eclettico chef "kumalé" Vittorio Castellani.

In uno spazio di circa 10 ettari, dove nell’Ottocento si trovava l’Azienda Agricola dei Savoia, si snoda un percorso espositivo gastronomico che anticipa i grandi temi dell’Expo 2015. Dai vini pregiati alle birre artigianali, dalla cucina di strada ai piatti esotici, fino alle ricette più innovative i visitatori potranno scegliere di provare, vedere e acquistare prodotti a km zero o illimitato tra incontri e dibattiti, giochi e intrattenimenti, arte e musica dal vivo.

Shopping area Una sezione del Festival degli orti è dedicata allo shopping con 100 espositori che propongono le proprie specialità attraverso degustazione e vendita.

Orti del mondo a km zero I migliori ortaggi del paniere italiano, le piante aromatiche e acquatiche di tutto il mondo, i fiori commestibili e una raccolta di oltre 150 verdure esotiche ed erbe spontanee sono esposte nel grande orto contemporaneo en plein air della Reggia.

Il mercato dei sapori Un vero e proprio mercato contadino viene allestito da Coldiretti con filiere corte per comperare i migliori prodotti di stagione dai produttori.

Il terzo Paradiso Per chi ama l’arte un’installazione del Michelangelo Pistoletto, considerato uno dei più grandi animatori e protagonisti dell’Arte povera, un movimento artistico nato in Italia intorno agli anni Sessanta, indaga sul rapporto tra agricoltura e architettura.

Merenda sull’erba Voglia di pic nic? In un’area esclusiva della Reggia e comodamente sdraiati su plaid è possibile gustare piatti d’asporto dell’azienda Ferrino. La Coldiretti ha progettato in esclusiva per Ortinfestival un kit ecologico che ogni partecipante alle kermesse può riempire con prodotti del mercato.

L’orto si fa social Alle eccellenze piemontesi della cooperazione agroalimentare è dedicata un’intera area in cui è possibile conoscere, assaggiare e comprare vini, birra, formaggi, composte e molto altro ancora.

La Pachamanca è nel piatto Mai provati piatti tipici peruviani? Ogni giorno, in collaborazione con la comunità peruviana di Torino, viene allestito il banchetto della Pachamanca, il tradizionale piatto a base di carne marinata e verdure realizzato con cottura al riverbero e interrato in una buca protetta da pietre arroventate e poi ricoperta di terra.