Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Nel 2017 il trend è all’insegna degli amari


Molti esperti scommettono sull’esplosione degli amari in gran parte del mondo e questo potrebbe avere ripercussioni positive in Italia

di Aldo Fresia

Gli osservatori più attenti allo sviluppo di nuove tendenze scommettono che il 2017 vedrà un'impennata degli amari, bevuti da soli oppure come ingredienti di cocktail. Questa tendenza riguarderà soprattutto Australia, Europa e Stati Uniti, lasciando fuori l'Italia per una ragione molto semplice: si tratta di una bevanda tipicamente nostrana, un po' come la grappa, e di conseguenza non abbiamo bisogno di scoprirla. L'esplosione all'estero potrebbe però avere ripercussioni positive anche da noi.

Per certi versi, infatti, grappa e amaro condividono una simile "maledizione", in Italia. Sono largamente diffusi, ognuno di noi ne ha assaggiati diversi tipi, ma non sono considerati prodotti d'eccellenza, quanto meno dal grande pubblico e nonostante ci siano esempi premiati nel mondo: fra gli altri, il Cynar 70 Proof ha vinto la medaglia d'oro nell'edizione 2016 della prestigiosa San Francisco World Spirit Competition. Insomma, potrebbe accadere con gli amari la medesima cosa che sta già succedendo con le grappe: a furia di ricevere lodi e premi all'estero, i prodotti di qualità potrebbero trovare vie più facili per raggiungere i consumatori italiani.

Dal canto loro, all'estero si registrano interessanti contributi al buon nome degli amari. Intanto, un ascoltato esperto come Brad Thomas Parsons ha dato alle stampe un manuale interamente dedicato a questa bevanda (titolo: Amaro). Commentando il successo editoriale proprio di questo libro, il critico culturale e bartender Chad Parkhill, con base a Melbourne, ha rotto gli indugi scommettendo sul nuovo trend.

Fra gli altri segnali di un certo peso, bisogna infine ricordare quello lanciato dal bartender Sam Ross, un veterano della scena newyorkese e fra i protagonisti della cosiddetta cocktail renaissance. Utilizzando non uno, bensì due amari, ha inventato una ricetta che sta ingolosendo parecchie persone. Si chiama Paper Plane e si prepara shakerando parti uguali di Amaro Nonino, Aperol, bourbon whiskey e succo di limone.

Scopri anche i  cocktail di Daniyel Jones con l'amaro