Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Milano, a pranzo e a cena con l’arte


Ecco gli appuntamenti dove la passione per l’arte viene condivisa durante il pasto

di Chiara Degl’Innocenti

Dalle video installazioni al design, l’arte arriva a tavola. E Milano ne è protagonista attraverso locali che fanno spazio alle opere fruibili tra un risotto e una pizza e studi o sale espositive trasformate per l’occasione in ristorante. Per pranzo o per cena. Ecco i prossimi appuntamenti da segnare in agenda.

L’hanno soprannominato ExtraDry ed è il progetto nato in collaborazione con Peep-Hole, il centro no profit per l’arte contemporanea, e Dry Cocktails & Pizza, il locale di via Solferino patrocinato dallo chef stellato Andrea Berton e soci, che porta l’arte fuori dalle gallerie e dai musei per favorirne una conoscenza più ampia. E per tutti. Per il secondo anno, fino al 18 gennaio, parte il programma di proiezioni video degli artisti Marco Belfiore, Antonio Rovaldi, Invernomuto e Moira Ricci che sono visibili mentre si gustano piatti e cocktail firmati dal team di Dry.

Cucina e design Alla Tavola d'Achille Castiglioni. Torna la seconda edizione dell’evento con cena nello studio-museo milanese del noto architetto. Il menu, con le ricette di Davide Negri, è l’interpretazione in chiave design dei più classici piatti della tradizione meneghina creati ad hoc anche in omaggio alle preferenze gastronomiche del padrone di casa. I mondeghili con salsa al pomodoro, l’insalata tiepida con uova affogate e fonduta di raspadura, il risotto alla milanese con midollo di bue, il ganascino di maiale arrosto con puré di patate e la charlotte di mele con salsa inglese possono essere gustati durante cinque cene a partire dal 27 novembre.

Festeggia il primo anno di vita LARTE, la piattaforma gastronomico-culturale nata in nome delle eccellenze italiane. Il format di questa caffetteria, cioccolateria, hosteria, ristorante e al contempo galleria d’arte, spazio espositivo temporaneo e teatro delle marche più prestigiose del Made in Italy, dal 2015 non sarà più prerogativa soltanto milanese ma verrà esportato in altre otto città selezionate per le future aperture (Dubai, Abu Dhabi, Doha, Istanbul, Gstaad, Londra, Baku e New York). Ogni giorno e dalla colazione fino a cena, l’obiettivo resta invece lo stesso: far vivere ai propri ospiti un’esperienza multisensoriale capace di sorprendere, coinvolgere e appassionare grazie al leitmotiv del progetto, l’arte ne Larte. Il menu? Piatti della cucina regionale rivisitata e pietanze che rispettano la stagionalità.