Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Mezcal, i cocktail del Bar Le Scuderie


Andrea De Pascalis, bartender e bar manager del locale milanese, scommette sull’esplosione del mezcal anche in Italia

di Aldo Fresia

Per potersi permettere di scommettere sull'arrivo in Italia di una tendenza in atto a livello internazionale, non c'è niente di meglio che vantare un'intensa esperienza lavorativa all'estero. È questo il caso di Andrea De Pascalis, bartender e bar manager in forza al Bar Le Scuderie, situato all'interno degli spazi di Mimmo Milano, oasi enogastronomica in pieno centro città. La sua scommessa è che ormai siamo pronti perché il mezcal esploda anche da noi, soprattutto come ingrediente per i cocktail.

Andrea è simpatico e altissimo, troppo per il bancone dietro cui lavora, e sarà forse anche per questo che capita di trovarlo in giro per il locale a intrattenere i suoi ospiti e a occuparsi degli aspetti gestionali e creativi. Romano classe 1981, ha lavorato a Roma, Miami Beach (Stati Uniti), Tulum (Messico), Formentera (Spagna) e Londra (Gran Bretagna) prima di approdare a Milano in qualità di bar manager. Per quanto abbia fatto faville nel mondo del flair, cioè dei bartender acrobatici, ha ormai «appeso la bottiglia al chiodo» e predilige un atteggiamento più composto.

Già prima dell'estate aveva inserito in menù dei Margarita a base di mezcal e tequila. L'idea era di puntare con decisione verso miscele dal carattere pungente, in virtù soprattutto delle note aromatiche dell'agave e dell'affumicatura. Tequila e mezcal derivano infatti dalla distillazione della pianta dell'agave, e nel caso del mezcal la prima fase della lavorazione prevede una cottura in speciali forni interrati: sono loro a conferire al prodotto finale il suo tipico gusto fumé.

Il prossimo arrivo dell'autunno diventa allora l'occasione per ribadire la scelta allargando lo spettro delle offerte. Nascono cosi i due cocktail contenuti nella nostra gallery, il Porta Venezia e l'Amores Rojo: le ricette sono sotto ogni foto.