Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Luglio, gli eventi enogastronomici da non perdere


Dall’aperitivo alla cena stellata, ecco gli appuntamenti del mese da segnare in agenda

di Chiara Degl’Innocenti

I migliori birrifici, le cantine più rinomate, gli chef più noti si danno appuntamento per l’estate e offrono nel mese di luglio un calendario ricco di eventi gustosi.

Che sia bionda o doppio malto, l’importante d’estate è che sia fresca. Per gli appassionati di birra artigianale, dal 1 al 3 luglio C’è Fermento, la kermesse che vede presentata la Guida alle Birre d’Italia di Slow Food in un tripudio di birrifici provenienti da tutta Italia e momenti di enogastronomia. Dove? A Saluzzo, provincia di Cuneo.

Per celebrare il primo anniversario dell’iscrizione di Coteaux, Maisons et Caves de Champagne nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco, dall’8 al 10 luglio si festeggia il Séjour de Champagne. Una kermesse di eventi culturali, spettacoli, concerti, conferenze, incontri e appuntamenti gastronomici che terminano il 10 luglio con la Marcia delle Riconciliazioni, in un percorso attraverso i luoghi in cui nasce il vino delle celebrazioni.

Proseguono gli appuntamenti di Gourmet Festival, un viaggio per l'Italia del gusto con cene a quattro mani eseguite in location di charme firmate Relais & Châteaux. Tra le tappe di luglio ci sono l’8 e il 9 l’Hotel & SPA Rosa Alpina & Villa Abbazia (San Cassiano in Badia, in provincia di Bolazano e l’Hotel Cala del Porto & Hotel La Villa Gallici di Punta Ala. Mentre il 25 e il 26 del mese l’Hotel Caesar Augustus & Il Pagliaccio di Anacapri (Napoli) e Il Borro & Antica Corona Reale di San Giustino Valdarno.

Il festival agri-rock di letteratura e musica si celebra a Barolo, mecca del vino italiano, dal 14 al 18 luglio. È Collisioni, l’evento culturale, giunto all’ottava edizione, che si intreccia a quello enogastronomico in programma attirando ogni anno un vasto numero di spettatori in Piemonte e nel Nord Italia. Da non perdere Progetto vino, l’iniziativa volta ad avvicinare il pubblico al variegato mondo del vino costruendo anche momenti di incontro tra convegni, degustazioni e visite in azienda. Si segnala, inoltre, la partecipazione di Molino Quaglia  con una nuova edizione di Bread Religion insieme a pizzaioli e artisti internazionali per provare abbinamenti tra 7 vini e 7 diversi tipi di pizze e focacce d'autore.

Dal 15 al 17 luglio e dal 23 e 24 luglio, a 1300 metri di quota, si festeggiano i 20 anni della Toma nel comune di Usseglio, a soli 65 km da Torino. A farla da padrone la Toma di Lanzo, il Blu di Lanzo, la Toma del Lait Brusc o il salame di Turgia. Ai foodie la scelta.

Il trend della mixology contemporanea prosegue e, per chi ama mescolare, l'aperitivo pre&after-dinner è firmato Brancamenta con serate a tema in giro per l'Italia per tutto il mese: il 21 luglio al Just Cavalli di Milano (presso la Torre Branca), il 23 luglio a Ravenna al Bagno Toto e il 29 a Calimera (LE) al Tiziano Lounge. Sempre il 23 luglio, per chi si trova a Torino, il Punt e Mes al T-Club festeggia i 230 anni del vermouth Carpano con una drink list dedicata ai cocktail a base di prodotti Carpano, tra cui il celebre MI-TO. Mentre il 20 luglio il Cointreau è protagonista al Cafè Borsa, a Castel Franco (TV), e il 22 luglio a Bassano del Grappa (VI) al Caffè Danieli. Anche in queste serate sono disponibili le migliori varianti del Cointreau Fizz, da quello al gusto classico a base di lime fresco e soda, fino all’originale variante cetriolo e basilico, passando per il Cointreau Fizz “esotico” con frutto della passione e peperoncino o alla versione primaverile con fragola e menta.

Cucina d’autore, natura e vini eccellenti per la Mangialonga Picena. Dal 24 luglio torna la passeggiata enogastronomica tra i vigneti dei colli di Offida in cui nove grandi chef e sette cantine allietano i palati più sopraffini all’insegna del buon vivere. Qualche esempio? Alla Tenuta Cocci Grifoni gli chef Alcide Andrea Romani e Sabrina Tuzi propongono due antipasti d’autore, rispettivamente una terrina di alici in saor con crema di melanzana affumicata e un carpaccio di anguria con yogurt e rucola. Mentre a Poderi Capecci San Savino si può gustare uno sfizioso street food di orto fritto di stagione, tradizione di oliva tenera ascolana e maionese artigianale al Campari a cura dello chef Roberto Di Sante.

I foodie segnino: tutti i giovedì del mese si cena al social table nel potager del ristorante stellato Gardenia di Caluso. In questa green location la chef Mariangela Susigan propone i migliori ingredienti dell'orto e dei contadini del mercato di Chivasso in versione originale, dalle zucchine, ai cetrioli, dalle erbe aromatiche, ai lamponi, fino ai fiori eduli.