Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Le migliori colazioni in hotel in Italia


Dolci fatti in casa, formaggi locali, frutta e verdura fresca, pane croccante, caffè con differenti monorigine. La nostra selezione

di Sarah Scaparone

La colazione è uno dei momenti più attesi di ogni soggiorno in hotel. La curiosità del mattino, la voglia di assaporare qualcosa di diverso, il desiderio di dedicarsi del tempo, anche a tavola, per stare bene e per iniziare nel modo migliore la giornata.

Ecco quattro location d’eccezione dove le aspettative non saranno disattese.

  • Il Caffè dell’Oro si trova a Firenze, in  Lungarno degli Acciaiuoli. Deve il suo nome alla rinomata tradizione orafa fiorentina fiorente nel 1300 e in continua ascesa fino ai primi del 1800: tempi in cui Lungarno Acciaiuoli e Ponte Vecchio erano le mete ambite di una clientela internazionale che visitava le seterie e le botteghe orafe alla ricerca di preziosi d’inimitabile fattura. Il bistrot del gruppo di hotel Lungarno Collection è il riferimento della zona non solo per la cucina dello chef stellato Peter Brunel, ma anche per le ricche colazioni a buffet proposte. Tutti i piatti caldi à la carte sono espressi, con la possibilità di provare una selezione di uova disponibili in ben nove diverse varianti: al piatto, strapazzate, alla coque, in camicia, alla Benedict, fiorentine, reali, frittate e omelette. E poi ci sono pancakes, porridge, french toast, le immancabili torte maison e un’ampia gamma di offerte salate.
  • Hotel Miramonti Gourmet & Spa. Lo dice già il nome che questo luogo è il buen retiro preferito da tanti appassionati di gusto. Ci troviamo a Frabosa Soprana (Cn) e la grande attenzione della famiglia Defilippi per i particolari dell’accoglienza e la cucina di Antonio Ietto e Giovanna Tesio conferiscono quel valore aggiunto che rende posti di montagna come questo davvero unici. Un esempio per tutti? La colazione: un tripudio di torte preparate in casa come la cioccolato e pere, la morbida crostata di Linz, la torta alle carote glassata al limone e poi spremute, centrifughe, estratti, pane casereccio come quello nero con frutta secca e noci. I formaggi sono rigorosamente locali (Toma fresca, Raschera non stagionato, Bra tenero) e le marmellate, che cambiano a seconda della stagione, di produzione propria. Ma gli amanti del caffè qui trovano un vero e proprio paradiso: si servono monorigne differenti (Haiti, India colonia, Santo Domingo, Etiopia, Bahoruco) macinati istantaneamente e preparati come espresso o in infusione con il dripper.
  • La Florida è un agriturismo molto speciale. Siamo a Mantello in Valtellina, poco lontano dal Lago di Como e la struttura vanta due ristoranti, di cui uno, La Présef che con lo chef Gianni Tarabini ha conquistato la Stella Michelin. In un ambiente dove si allevano mucche, capre e maiali, si lavorano carni e formaggi e si coltivano verdure e piccoli frutti, le colazioni sono veramente d’autore. Anche perché in cucina, insieme a Tarabini, c’è il pastry chef Franco Aliberti, noto per le sue dolci eccellenze. La scelta è ampia e tutto, ad eccezione delle brioche, è preparato in azienda: dalle torte (mele, carote, crostate, torta bisciola, torta fioretto) ai biscotti, dalle marmellate allo yogurt, dal burro e dai formaggi freschi e stagionati, al latte appena munto, ai salumi e ai succhi.
  • Rosa Alpina Hotel & Spa. In Alta Badia, nel cuore delle Dolomiti, è il regno dello chef Norbert Niederkofler. Qui, con il suo St. Hubertus e la filosofia “Cook the Mountain” lo chef stellato ha dato spazio totale alla cultura della montagna, ai prodotti del territorio e della natura di queste valli. Filosofia che abbraccia in toto la cucina del luogo, compreso il suo lato dolce abilmente portato avanti dal giovane pastry chef Andrea Tortora che per le colazioni prepara cinque tipi di viennoiserie, sette tipi di torte, diverse varietà di pani ricchi (con semi e noci, per esempio, ma anche il pane in cassetta) e poi ci sono biscotti, confetture di frutta, creme spalmabili, yogurt, frutta sciroppata: tutto realizzato in casa. Un plauso speciale al pane che durante i pranzi e le cene viene lasciato lievitare direttamente sul tavolo degli ospiti del ristorante.