Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Grigliate: ecco quale vino scegliere in base al tipo di hamburger


Carne rossa, bianca, ma anche hamburger di pesce o vegetale: ecco le dritte principali per accostare la giusta bottiglia

di Aldo Fresia

Durante la stagione calda le grigliate sono una tradizione irrinunciabile, e di solito accompagniamo il cibo con libri di birra: perché invece non abbinare del vino, e non solo rosso, a seconda di quello che cuoceremo? Proviamo a dare qualche dritta concentrandoci sugli hamburger e su bottiglie italiane.

CARNE ROSSA
Qui la fa spesso da padrone la carne bovina, con sapori marcati e un bel contenuto di grassi. Il vino ideale è quello che controbilancia proprio il grasso: vanno bene i rossi fermi con un tannino molto presente, dunque quelli ottenuti da vitigni di Pinot Nero, Cabernet o Syrah. La scelta è molto ampia. Per andare sul sicuro basta puntare sul Pinot Nero Trattmann Mazon Ris. 2012 (Cantina Girlan), sul Colli Euganei Cabernet Borgo delle Casette Ris. 2012 (Il Filò delle Vigne), oppure sul Syrah Côteau La Tour 2014 (Les Crêtes).

CARNE BIANCA
A base di tacchino oppure di pollo, l'hamburger di carne bianca ha un contenuto medio di grassi e un sapore intenso ma non invasivo: il trucco per abbinarlo al meglio è scegliere una bottiglia con un corpo elegante e strutturato, non eccessivamente corposo né eccessivamente delicato. Ancora una volta, il Pinot Nero può dire la sua, a patto che si guardi a un vino che non abbia note tanniniche eccessivamente marcate, più adatte per le carni rosse. Un esempio possibile è il Pinot Nero Bertone 2013 delle cantine Conte Vistarino.

HAMBURGER VEGETALE
In questo caso bisogna tenere presente che parliamo di cibi generalmente molto leggeri, nel senso che hanno pochi grassi. Partendo da questa notazione, il consiglio di base è di scegliere vini con poco tannino, così da non sovrastare il sapore degli hamburger vegetali, e con una buona acidità, in modo da esaltarne il gusto. L'accostamento naturale e più semplice è con un bianco fatto con uve Chardonnay, mentre, volendo stare su un rosso, meglio quelli con un'alta bevibilità e un corpo non troppo strutturato. Suggerimenti: nel primo caso uno Chardonnay dell'azienda vinicola di Lenardo, nel secondo un Kalterersee della cantina Kaltern.

PESCE
Un classico di quando si mangia pesce è di spruzzarci sopra un poco di limone: il vino ideale dovrebbe agire nello stesso modo, cioè avere un'acidità fresca e spiccata che ravvivi il sapore dell'hamburger. In questo caso fanno buon gioco gli spumanti metodo classico, vinificati in bianco oppure in rosé. Ad esempio un Franciacorta Brut dell'azienda di Enrico Gatti (100% di uve Chardonnay) e un Monteceresino Cruasè dell'azienda agricola Travaglino (100% di Pinot Nero): questa seconda bottiglia, più energica, è migliore con hamburger grassi come quelli di salmone. Ultima notazione, visto che è ormai sdoganato l'accostamento fra pesce e vino rosso: valgono le medesime accortezze da adottare per gli hamburger vegetali.