Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Gli eventi enogastronomici più cool di dicembre


Tutte le date e gli appuntamenti di tendenza dove bere, mangiare e ascoltare buona musica prima e durante le feste

di Chiara Degl’Innocenti

Alla ricerca degli eventi enogastronomici più cool? Per tenersi aggiornati su tutti gli appuntamenti legati a le bon vivre a tavola, ecco le date e le informazioni per programmare le giornate dedicate ai buongustai di tendenza. Dalle distillerie aperte alle cene con gli chef, di seguito i migliori sapori, colori e profumi di dicembre.

Il capoluogo lombardo di giovedì celebra lo street food all’italiana. Il 3 dicembre torna Ti va una birra?, l’aperitivo con i panini classici della tradizione gastronomica nostrana rielaborati dallo chef Nicola Cavallaro e le 9 Luppoli India Pale Ale del Birrificio Angelo Poretti. Dove? Nel luogo cult meneghino Un posto a Milano, Cascina Cuccagna. Qui, anche gli aperitivi invernali la fanno da padrone per tutto dicembre. Cucine di strada, artisti di strada (il 3 e il 10 dicembre) incantano i palati all’interno del locale SlowSud con arancini, panelle, verdure pastellate, sarde in carpione e bombette delle Madonie. Solo per citare alcuni dei piatti dello chef Federico Buonannata. 

In occasione della Prima della Scala di Milano il 7 dicembre Andrea Berton propone, nel suo omonimo ristorante, un menu creativo a tema. Il titolo non poteva che essere “Giovanna d’Arco” come l’opera rappresentata a teatro. Inoltre, trattandosi della settima opera di Verdi, lo chef ha pensato di realizzare una sequenza di sette portate, rendendo omaggio al grande compositore. Si parte con Gambero, porro e acetosella, passando per uno Spaghetto chitarra, fonduta di Grana Padano e sugo di pollo. Si prosegue con San Pietro al vapore, carota intera e nocciola, Filetto di vitello arrosto, purea di patate, sugo di bietola e cavolo nero e Polenta morbida e fonduta di Grana Padano. A chiusura, Papaya e nocciola e Monte bianco, castagna, gelato al rhum e cachi. Come dire, più che un menu pura lirica.

In una sorta di count-down festivo, il team di mixologist di Terrazza Gallia, il rooftop fresco di restyling dell’Excelsior Hotel Gallia di Milano festeggia il Natale con interessanti abbinamenti tematici tra i panettoni firmati Da Vittorio, nella versione classica o al cioccolato più la celebre veneziana e le classiche creme alla zabaione o mascarpone, e gli storici Vermouth Cocchi. Per gli amanti delle novità anche cinque cocktail originali a base di vermouth ispirati alle festività.

A dicembre, la città dell’Expo non termina le sue novità anche a fiera ormai conclusa. Nuovo di zecca è TIRAMISU Delishoes, il primo Fashion Dessert Restaurant italiano che mette insieme una doppia tentazione: i tiramisù tailor made e i piatti salati in chiave dolce con i modelli più estrosi e ricercati di scarpe. Per fare incetta di zuccheri e shopping sfrenato, dall'ora di colazione fino all’afterdinner.

E sempre nel quartiere di Brera, un altro locale da segnalare è Cinc food and drink . Tra business lunch, merende e happy hour a tema ogni mercoledì è possibile degustare drink inediti della special list a base di prodotti Branca.

Cambiando città, Luca Mannori, il vincitore di diverse medaglie d’oro e campionati mondiali mette la sua arte al servizio del Natale all’interno del nuovo ristorante “fast good” Fratelli Cuore, l’angolo gourmet che nobilita la Stazione Santa Maria Novella di Firenze dove il 5 dicembre si fa merenda con il panettone. Da quello classico (cedro, arancio candito e uvetta) al pluripremiato Panseven, una rivisitazione della torta setteveli sotto forma di panettone, fino quello dedicato all'autunno con cioccolato puro arriba nacional Ecuador e infusione di caffè della stessa origine. Sempre da Fratelli Cuore, il 16 dicembre un po’ prima da mezzanotte parte un rendez-vous notturno dedicato alle avventure gastronomiche fiorentine condotto da Leonardo Romanelli che riunisce gli appassionati di cibo e il mondo della ristorazione in un notturno pasto condiviso. Il brindisi? Firmato Ruffino.

Dal 6 all’8 dicembre torna La Notte degli Alambicchi Accesi, la tre giorni dedicata all’antica tradizione distillatoria. Protagonista la grappa ottenuta dalle uve di Nosiola, il vitigno delle Dolomiti, che con una festa ad alta gradazione alcolica invade le vie del borgo trentino di Santa Massenza in Valle dei Laghi, culla della produzione artigianale di questo spirit. Oltre alle degustazioni previste anche video performance e canti lirici.

Al Postrivoro di Faenza, il 12 e 13 dicembre tre chef danno il meglio di sé preparando al Natale con menu d’eccezione. Bernardo Paladini, il giovane chef che ha lavorato con Massimo Bottura, insieme a  Semi Hakim del collettivo turco Gastronomika, e a Ben Hofer, l’austriaco maestro di sala e vini che si è formato a Londra, compone la triade italo-austriaco-anatolica che dà vita a un sabato a cena e a una domenica a pranzo dal menu e dai vini tutti da scoprire solo durante il pasto.

Sempre per il 12 dicembre da segnare in agenda il terzo e ultimo appuntamento Mumm Brunch Clubbing, un modo fuori dagli schemi per celebrare il Natale. A partire dalle ore 13 al Just Cavalli Restaurant & Club di Milano, il sabato si fa caliente grazie al ritmo della Dj set Ema Stokholma e della vocalist Ania J e alle creazioni sfiziose firmate dall’eclettico Fabio Francone, lo chef che per l’occasione ha creato un sorprendente menu natalizio. Naturalmente innaffiato da champagne Mumm.

Il pomeriggio del 13 dicembre si accende con la degustazione Berebene all’interno dello Sheraton Rome Hotel and Conference Center di Roma, il luogo ideale per assaggiare le bottiglie segnalate nella guida e confrontarsi con i produttori che lavorano per preservare l'eccellenza dei propri vini. Sempre il 13 si brinda con Trentodoc Bollicine sulla Città: un altro modo per scoprire cosa hanno da offrire le migliori case spumantistiche passando anche tra winebar ed enoteche sparse per la città.