Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Un fumetto per raccontare uno chef


Dopo averlo seguito per un anno nella cucina del suo ristorante L’Arpège, esce in libreria il graphic reportage di Cristophe Blain sullo chef stellato Alain Passard

di Laura Barsottini

Uno chef stellato. E uno dei massimi esponenti del fumetto francese moderno. Ovvero, quando la graphic novel incontra l'alta gastronomia. Nasce così In cucina con Alain Passard, reportage a fumetti di Cristophe Blain (classe 1970, pluripremiato e autore de I segreti del Quai d’Orsay, 120 mila copie vendute), che ha trascorso oltre un anno nella cucina del ristorante parigino L'Arpège dello chef Alain Passard (tre stelle Michelin).

Dopo essere stato a scuola da alcuni dei migliori chef francesi, Passard ha aperto il suo locale e ha approfondito l'uso delle verdure in cucina, rigorosamente di stagione e di ottima scelta (le coltiva in tre sue proprietà). Il tratto dinamico, essenziale ed elegante di Blain, unito al lettering a mano, riesce a enfatizzare l'arte culinaria di Passard, quasi trasformando la sensazione visiva in sensazione degustativa.

Il volume, corredato di quattordici ricette inedite create dallo chef appositamente per questo libro, fa parte della collana Graphic Cuisine di Bao Publishing, che a giugno uscirà in libreria con un'altra chicca: Cotto a puntino, di Guillame Long, il fumettista francese che tiene un seguitissimo blog a tema, "A boire et à manger", sul prestigioso Le Monde.