Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Foodie geek dinner: cos’è e come fare a partecipare


Appuntamento offline per invitati ad alto tasso tecnologico: giornalisti, blogger, cuochi o sommelier con una passione comune per il web e la buona tavola

di Chiara Patitucci

Metti una sera a cena un folto gruppo di persone che non si conoscono, provenienti da paesi e città diversi ma accomunati da un’unica passione: il cibo. Metti una location insolita, un ristorante ma anche una scuola di cucina o uno spazio industriale di design che favorisca le relazioni umane e stimoli il senso estetico dei commensali. Metti pure che la cena venga organizzata e gestita attraverso siti web, blog e social network, grazie al passaparola e alla ricerca degli invitati selezionati in base ai loro profili social. Metti insieme tutti questi ingredienti e ottieni una foodie geek dinner, ovvero una cena per amanti del cibo ad alto contenuto tecnologico. Le ideatrici si chiamano Mariachiara Montera (@maricler) e Francesca Gonzales (@lagonzi), due food blogger, scrittrici e comunicatrici digitali profondamente foodie.

Una foodie geek dinner è una cena a tema (ad es. Il cibo immaginato, oppure Le mille e una cena), rigorosamente su invito, alla cui organizzazione i partecipanti collaborano direttamente proponendo il menu che poi lo chef di turno preparerà. Agli sponsor coinvolti è affidata l’elaborazione di una proposta marketing quanto più possibile ludica ed emozionale, che dia alla serata la giusta connotazione nel segno del divertimento e della creatività foodie.

Ma da dove nasce l’esigenza di organizzare una foodie geek dinner? Nel 2012 @maricler e @lagonzi decidono di far incontrare per la prima volta gastrofanatici di tutta Italia “con l’obiettivo di creare relazioni umane e professionali intorno al cibo”, ci dice Mariachiara Montera. E se per i professionisti del settore come giornalisti, blogger, cuochi o sommelier l’incontro genera relazioni e opportunità lavorative, per gli sponsor è utile per entrare in contatto con i veri influencer dell'area food, i comunicatori digitali che con un tweet o una foto su Instagram posizionano brand e creano tendenze.

Ma cosa spinge persone che si conoscono e si frequentano sui social network a incontrarsi personalmente per una cena-evento? Probabilmente il fatto che il cibo prima ancora che essere estetica, tendenza, necessità o arte è condivisione, piacere concreto. È il collante che crea community di gastrofissati - per dirla con Martina Liverani - che adorano parlare per ore dell’emozionalità di un piatto o della texture di un vino. Oltre all’esigenza di sviluppare nuovi canali di business e di vivere un’esperienza esclusiva. Nelle foodie geek dinner i legami on line sono la genesi di un evento off line: la community digitale diventa reale, solo per una sera o forse di più.

Per organizzare o partecipare a una foodie geek dinner nella propria città, il calendario è su foodiegeekdinner.it, oppure basta seguire la pagina facebook.com/foodiegeekdinner e l’account twitter.com/FGDinner. Il prossimo appuntamento a tavola è a Milano, il 26 giugno, negli spazi della Food Genius Academy (viale Col di Lana 8).