Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Come preparare un Martini da 10mila dollari


Una ricetta classica reinterpretata in chiave lussuosa, replicabile anche a casa propria

di Aldo Fresia

Come per tutto ciò che riguarda il mondo del food&beverage, anche gli ingredienti dei cocktail possono essere molto differenti tra loro in termini di gusto e di portafogli. È chiaro però che difficilmente si pensa di poter superare cifre pari a qualche decina di euro per preparare un solo bicchiere. Esiste però una versione del Martini capace di raggiungere i 10mila dollari. O, volendo, anche di più.

La ricetta è frutto dell'ingegno dell'Algonquin Hotel di Manhattan, ma con un (considerevole) sforzo economico è replicabile ovunque.

Per prima cosa, le basi: la coppa da cocktail deve essere fredda. Se si vuole fare un figurone non serve tenerla in frigorifero, ma deve essere riempita di ghiaccio tritato e messa da parte mentre si miscelano gli ingredienti.

Bisogna poi mettere qualche cubetto di ghiaccio in un mixer, aggiungere 5 parti di vodka Grey Goose e 1 parte di vermouth dry Noilly Prat. Mescolare delicatamente e, dopo aver gettato il ghiaccio tritato, versare nella coppa. I cubetti devono rimanere nel mixer, il loro scopo è solo quello di portare alla giusta temperatura i liquori.

Come tocco finale, prendere la buccia di un limone e strizzarla restando circa 15 centimetri al di sopra della coppa, così da aggiungere solo una leggera essenza agrumata al cocktail. Volendo, si può utilizzare un'oliva verde come guarnizione.

Come si fa ad arrivare a 10 mila dollari? Dipende dal gioiello che si desidera far trovare sul fondo della coppa: la versione base dell'Algonquin Hotel di Manhattan prevede un solitario con diamante. E il gioco è fatto.