Questo sito contribuisce alla audience di panorama

La farinata di ceci (o cecina): dalla Toscana a New York


Dove assaggiare lo street food storico toscano, dalla Versilia agli States

di Francesca Martinengo

In Versilia è lo street food cult, perché storico: la cecina, ovvero la farinata di ceci (fatta appunto con farina di ceci, acqua, olio, sale e cotta nel forno a legna), che si mangia bollente, magari accompagnata da una birra fresca, ancora in costume tornando dal mare, all’happy hour, o come "appetizer" che precede la pizza. Ecco i posti dove mangiarla, consigliati da Irene Arquint, food journalist e autrice di libri sulla cucina toscana… più un indirizzo speciale Oltreoceano, nel caso abbiate in programma di fare un salto a New York.

A Forte dei Marmi la cecina è chic e si accompagna all’aperitivo: seduti ai tavolini del Caffè Roma (lo storico ritrovo negli Anni Ruggenti del "brat pack" degli intellettuali, da Montale a Enrico Pea)  in pieno centro (via Mazzini 2). Dopo la spiaggia, invece, la cecina più "social" si gusta ai tavolini ravvicinati di Alessio, pizzeria "a taglio" aperta fino a sera inoltrata, per gli appetiti fuori orario (via IV novembre 9).

A Pietrasanta, tra una mostra d’arte e la visita a una galleria, gli indirizzi storici che valgono una visita sono due: Ghimenti, in piazza Statuto 12 e Moriconi, al 25 di piazza Matteotti (da provare sono anche le focaccine alla Nutella).

Il top è però a Viareggio, da Rizieri, in via Battisti 35. A tutte le ore si può gustare l'autentica cecina, bassissima, croccante fuori e morbida dentro, preparata nelle classiche teglie rotonde e cotta nel forno a legna. Se avete fortuna, potete appollaiarvi su uno dei tre sgabelli – tre. Altrimenti, gustatela in piedi. E soprattutto non abbiate fretta: qui è sempre affollatissimo.

Non è in Versilia, ma merita una gita fuori porta: Da Gagarin a Livorno sforna il "5 & 5", ovvero il panino (stile baguette) con la cecina, che qui si chiama torta. Da provare quello con la melanzana fritta. Cosa bere? Una spuma, what else? (via del Cardinale 24).

E a Manhattan, la cecina è nella carta del nuovissimo wine restaurant Mulino a Vino, firmata dallo chef bistellato Davide Scabin: in versione gourmand, naturalmente, e “accompagnata da qualcosa di fresco, insalata o anche burrata, per un contrasto di temperature e di textures” (337 W 14th Street).

Dal Forte alla Grande Mela il passo è breve….