Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Cucina mediterranea a 360 gradi


Nuova apertura per lo chef stellato che porta sapori locali e meno conosciuti nei piatti del suo nuovo ristorante di Valencia

di Chiara Degl’Innocenti

Muove le mani con la velocità di un esperto musicista, dirige la brigata con il rigore di un maestro d’orchestra, crea dei piatti che sono melodia per il palato. Si sintetizzano così la carriera e i successi dello chef Ricard Camarena, noto per aver guadagnato una delle sue stelle Michelin con una rapidità mai concessa prima, a soli tre mesi dall’apertura del suo ristorante.

Dopo aver messo da parte la passione per la musica e la tromba, Camarena si è dedicato alla cucina componendo ai fornelli nuove sinfonie gastronomiche e aprendo in pochi anni a Valencia, il Ricard Camarena Restaurant, il pluripremiato che porta il suo nome, il Central Bar, un locale a km zero, e il Canalla Bistro, uno spazio cosmopolita dove si incontrano varie cucine.

Ma per conoscere la sua ultima opera bisognerà attendere settembre, quando lo chef partirà per una nuova avventura che si chiama Habitual. “L’idea è quella di proporre comfort food al piano terra del Mercado de Colón, uno dei simboli della potente fusione visiva e culturale valenciana”, dice lo chef.

All’interno il locale avrà una cucina che rispecchia a 360 gradi i sapori mediterranei. Dalla Provenza francese alle isole e parte della costa italiana, passando per Girona a Tarifa. "Un viaggio attraverso piatti che interpretano la combinazione perfetta tra tutte le culture del Mediterraneo occidentale".

E protagoniste dei piatti di Camarena resteranno le verdure. “Oltre a essere un’immensa dispensa marina e a produrre ottimi formaggi, oli, vini, salumi, Valencia è ricca di orti che intendo sfruttare sempre di più. Agli ingredienti locali unirò anche quelli meno conosciuti che mi servono per potenziare i sapori autoctoni e per dare una dimensione diversa, nuova a ogni piatto". Come fare il giro di tutto il Mediterraneo senza muoversi da Valencia.