Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Cinque Gewürztraminer per le interpretazioni di Carlo Cracco


Matrimonio insolito ma ben riuscito tra il profumato vitigno dell’Alto Adige e gli ingredienti principali dei cicchetti creati dallo chef Carlo Cracco

di Mirta Oregna

Vitigno antico che nasce a Tramin (in italiano Termeno) piccolo borgo della Bassa Atesina a sud di Bolzano, il Traminer nel corso del tempo è mutato in Gewürztraminer, con quel prefisso Gewürz (spezie in tedesco) che ben indica l’incantevole aromaticità di questo vino. Per raccontarlo il Consorzio Vini Alto Adige ha scelto la felice creatività dello chef veneto Carlo Cracco che per l’occasione ha studiato un caleidoscopico ventaglio di “cicchetti” da sposare alle etichette in degustazione. A proporci gli insoliti ma sfiziosi abbinamenti Willi Stürz, direttore della Cantina Tramin, grande esperto del vitigno Gewürztraminer e già nel 2003 miglior enologo d’Italia per Slow Food e Gambero Rosso.

Vongole

Il Gewürztraminer Crescendo 2012 di Ritterhof, originario proprio di Termeno, è un vino fresco, giovane ma dal bouquet intenso di rose e litchi, speziato (con note di cannella e garofano), che va in abbinamento perfetto al delicato risotto condito con shiso verde (pianta erbacea originaria dell’Asia, dall’aspetto simile a basilico e menta e un profumo aromatico che ricorda anice e melissa), vongole e lime.

Capesante

Il Gewürztraminer Kastelaz 2009 di Elena Walch, è un vino che cresce su terrazze molto strette a circa 400 metri d’altitudine, su un terreno più ghiaioso. Il sentore pronunciato e intenso di rosa e di spezie, e il gusto persistente e aromatico, con retrogusto intenso vanno in accordo con le capesante cotte al vapore e servite su un’insalata di finocchi, condita con un dressing di mostarda e mostarda a cubetti. Invitante composizione a cui è stata aggiunta anche una fetta di lardo fresco piastrato e dei germogli di sedano.

Capriolo

Il Gewürztraminer Nussbaumer 2009 Tramin, è un vino di gran classe, che nasce in vigneti posti tra i 350 e i 550 metri, ventilati da l’Ora, il vento che risale dal Lago di Garda. La sua è una vigna antica, di oltre 700 anni, che regala un vino che sprigiona note fragranti che sanno di petali di rosa, cannella, frutti tropicali maturi e garofani, e capace di reggere magnificamente un bocconcino di capriolo, elegantemente condito con salsa al cioccolato e melograno.

Canestrelli

Il Gewürztraminer Vendemmia Tardiva Linticlarus 2010 Tiefenbrunner è un vino longevo,  pieno di carattere, da far invecchiare qualche anno in bottiglia. Al palato si manifesta concentrato e dolce e con un discreto gusto di miele, per questo lo si può accostare a canestrelli (molluschi bivalve) serviti crudi sulla loro conchiglia, con salsa di agrumi e spuma di sedano-rapa, su cui viene aggiunta polvere di mandarino e acciuga salata.

Cioccolato

Il Gewürztraminer passito Canthus 2010 Colterenzio è un vino da meditazione, di alta concentrazione e intensità. Il suo aroma ricorda i frutti esotici come mango e ananas ma si riconoscono anche frutta secca e note di caramello: perfetta la  bavarese di cioccolato tostato servito con un sorprendente coulis di prezzemolo e sorbetto di prezzemolo e mandorle.