Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Ricette buone di alta cucina


Una volta al mese Viviana Varese devolve il ricavato di una cena speciale a un’associazione no profit. Fra i complici anche la Pina di Radio Deejay.

di Francesca Martinengo

Cene social ma gourmet: sono quelle che Viviana Varese propone al suo Ristorante Alice, presso Eataly Smeraldo a Milano.
“Volta per volta – ci dice la Chef – scegliamo una associazione no profit cui devolvere il ricavato della cena. Il meccanismo è semplice: ogni mese pianifichiamo una serata e comunichiamo la data sul sito e sulla nostra newsletter”.
“Crediamo – continua Varese – nell’idea di poter "fare" qualcosa con il cibo, da un punto di vista davvero sociale, al di là di ogni filosofia di alta ristorazione”.
Le cene si svolgono al social table, un tavolo speciale: ricavato dal fusto di una sequoia di 48.000 anni proveniente dalla Nuova Zelanda. Qui vengono accomodati fino a diciotto commensali, e ad ogni cena partecipa un personaggio della televisione o un volto noto dello spettacolo.
Lo scorso aprile è stata la volta della Pina di Radio Deejay, che ha partecipato insieme al marito Emiliano Pepe e a Costantino della Gherardesca: il ricavato della serata è stato destinato a un villaggio in Birmania che aveva ospitato la speaker durante il programma di Rai Due Pechino Express.
“Nei menù di queste cene – spiega Viviana Varese – che è sempre a sorpresa, e comprende otto portate e i vini in abbinamento, cerchiamo sempre di inserire piatti conviviali, da condividere, come la pasta e fagioli (ribattezzato Pis & Love), una gallinella di mare "formato maxi" scelta da Sandra” (Sandra Ciciriello, socia–rabdomante di pescato). Per restare in tema, un omaggio alla Birmania: melanzane affumicate con crema di arachidi salate, tipico di questo Paese.
Come ha chiosato la Pina “Quando si dice il cibo che fa bene….”. La serata al social table di Alice è prenotabile sul sito aliceristorante.it