Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Anguria, o cocomero: 5 curiosità che vale la pena di conoscere


Il cibo per i morti, le disfunzioni erettili e poi i nomi che cambiano, i sogni e la costosissima varietà giapponese

di Aldo Fresia

REGIONE CHE VAI NOME CHE TROVI
Il frutto è sempre lo stesso, ricco d'acqua e perfetto per la stagione estiva, ma se in Italia settentrionale è conosciuto soprattutto con il nome anguria, al Centro prevale cocomero mentre al Sud sono più internazionali e optano per melone d'acqua, come gli inglesi (che lo chiamano watermelon).

IL COSTOSISSIMO COCOMERO DENSUKE
In Giappone viene coltivata una varietà particolare, che cresce esclusivamente sull'isola di Hokkaido, ha la buccia completamente nera e un gusto molto dolce. La produzione annuale si aggira intorno ai 10mila frutti e per questo il prezzo al dettaglio è piuttosto salato (intorno ai 230 euro l'uno). Nel giugno del 2008, durante un'asta particolarmente combattuta, è stato raggiunto addirittura l'equivalente di 5800 euro.

CIBO PER I MORTI
Geroglifici risalenti a 5000mila anni fa testimoniano che l'anguria era coltivata già nell'Antico Egitto. Aveva anche un ruolo spirituale: legata a Seth, il dio dei morti, veniva spesso deposta nelle tombe dei faraoni perché fungesse da sostentamento nell'aldilà.

COME IL VIAGRA, O QUASI
In una ricerca pubblicata nel 2008, il professor Bhimu Patil della Texas A&M University, afferma che la citrullina presente nell'anguria, e specialmente nella buccia, viene trasformata dal corpo umano in arginina. Si tratta di un amminoacido capace di rilassare ed espandere i vasi sanguigni e dunque di ottenere potenzialmente un effetto simile a quello del Viagra. Non è dato sapere quanta frutta bisogna mangiare per assicurare un simile risultato.

IN SOGNO
L'interpretazione cambia a seconda della fonte, ma in generale tutti concordano che sognare un'anguria preannuncia positività, tranquillità, voglia e capacità di aprirsi al mondo senza filtri. Attenzione, però: se sogni di mangiarla, allora vuol dire che ti stai comportando superficialmente o che sei animato da orgoglio ingiustificato e speranze malriposte.