Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Alcolici e superalcolici, le migliori bottiglie per Natale


Dal whisky alla grappa, dal gin al rum passando attraverso il cognac e la tequila: ecco i suggerimenti per un regalo distillato

di Aldo Fresia

I gusti sono gusti, dicevano i latini (de gustibus non disputandum est). Di conseguenza, quando si pensa a un regalo di Natale bisogna prima capire cosa gradirebbe il destinatario e poi muoversi di conseguenza. Se però parliamo di alcolici e superalcolici, allora resta spazio per qualche consiglio all'insegna della qualità.

Per celebrare un prodotto tipicamente italiano, ad esempio, vale la pena di assaggiare Anfora, la grappa che invecchia nella terracotta (distilleria Marzadro), oppure di gustare le note amabili e vellutate della Grappa Of Amarone Barrique (distilleria Bonollo).

Spostandoci all'estero e puntando su storie curiose oltre che sull'eccellenza, sono interessanti il Koval Dry Gin e il single malt della taiwanese Kavalan.

In alternativa, possiamo sfruttare le dritte della San Francisco World Spirit Competition, che quest'anno ha messo sugli allori alcuni produttori di tutto rispetto. Ecco il responso:

Miglior distillato non invecchiato: Kappa Pisco (Cile).

Miglior rum: Parce 12 Year Old (Colombia).

Miglior whisky: Craigellachie Single Malt invecchiato 23 anni (Speyside, Scozia).

Miglior brandy: Gautier Tradition Rare Cognac (Francia).

Miglior liquore: Croizet Liqueur d'Orange au Cognac (Francia).

Miglior Gin: Master's Dry Gin (Spagna).

Miglior Bourbon: 9 Year Old Small Batch Bourbon (Knob Creek, Stati Uniti).

Miglior Tequila: Villa Lobos Reposado (Mexico).

Miglior Vodka: 100% Potato (Woody Creek, Stati Uniti).