Questo sito contribuisce alla audience di panorama

5 ristoranti sul mare da non perdere


I nostri indirizzi per pranzare o cenare con vista mare in Italia: da Paraggi a Positano passando per Forte dei Marmi

di Francesca Martinengo

Fra i piaceri d’estate, c'è anche quello di scegliere un ristorante pieds-dans-l'eau, con i piedi nell'acqua. Dalla Liguria alla Sicilia: in Italia ci sono alcuni dei più bei e suggestivi ristoranti on the beach e vista mare.

Ne abbiamo scelti cinque per voi.

Paraggi: dopo i tre locali a Milano (Ristorante, Bistrot e Cafè), la Langosteria ha aperto sulla spiaggia di Paraggi presso gli storici Bagni Fiore, affacciati dal 1927 nell’insenatura tra Santa Margherita e Portofino. Fino a settembre, avvolti da un’atmosfera stile riviera, pescato e crudi del giorno, accanto al piatto “signature”: King Crab alla catalana. Immancabile la focaccia ligure secondo la tradizione di Manuelina di Recco, da gustare fin dal mattino al Beach Bar, la versione casual della Langosteria.

Forte dei Marmi: al “Forte” si può pranzare (o cenare, nei weekend di luglio e agosto) al Bagno Dalmazia, per gustare on the beach la cucina stellata dello chef Valentino Cassanelli del ristorante Lux Lucis all’Hotel Principe. Ovviamente sapori di mare che raccontano la tradizione versiliese con un tocco contemporaneo. Una chicca: carta dei vini snella, ma importante, curata da Sokol Ndreko, miglior maître di sala secondo la Guida 2017 de l’Espresso.

Sulla costiera amalfitana, a Positano, chi vuole fare vita di spiaggia ma senza rinunciare ad una pausa gastronomica, può scendere (con l’ascensore scavato nella roccia) al Carlino, il ristorante sulla spiaggia del San Pietro. Piatti dal gusto mediterraneo local e a km 0, con le verdure provenienti dagli orti dell’albergo.

Coast to Coast, passiamo all’Adriatico dove “il” locale sulla spiaggia è il Clandestino Susci Bar a Portonovo (Ancona) dello chef due stelle Moreno Cedroni. Si può mangiare nello chalet azzurro, oppure fuori, letteralmente con i piedi nella sabbia per un incontro ravvicinato col mare. Da provare: Tonno bianco tataki con conditella, colatura di alici e riso susci, il baccalà all’anconetana, oppure, per una sosta veloce e light a pranzo, insalata di polpo o hot dog di gambero.

A Vasto: la location è un tipico e storico trabocco abruzzese del 1938 che oggi ospita il ristorante Trabocco Cungarelle che, come una palafitta, è sospeso sul mare. Le ricette “guida” sono quelle della tradizione marinara di questo tratto di costa e si può fare l’esperienza unica di scegliere il pescato dalle reti tirate su dal mare al momento della cena.