Questo sito contribuisce alla audience di panorama

5 ricette di cocktail analcolici


Ecco alcuni suggerimenti per seguire il trend delle bevande senza alcol

di Aldo Fresia

A livello internazionale la domanda di bevande con basso contenuto di alcol è in crescita costante e ormai molti produttori hanno immesso sul mercato bottiglie che seguono questo trend (ultima in ordine di tempo è la neozelandese Old Mout, che a inizio aprile ha lanciato il suo primo sidro privo di alcol). La conseguenza principale di questo fenomeno è che ormai è facile procurarsi ingredienti di qualità per cocktail analcolici. Ecco alcune ricette, per farsi ingolosire.

THE SHIRLEY TEMPLE
Shirley Temple è diventata una star del cinema statunitense quando aveva 8 anni (eravamo nel 1935-36): leggenda vuole che un barman di Beverly Hills abbia inventato questo cocktail analcolico per poterlo servire a una star di Hollywood minorenne. Si prepara mettendo in un bicchiere qualche cubetto di ghiaccio, 45 millilitri di sciroppo di granatina, 90 millilitri di ginger ale e mescolando delicatamente con un cucchiaio lungo. Per guarnizione: una fettina di limone. Variazione sul tema, per chi non ama il ginger ale: utilizzare la limonata.

LIME RICHEY
È un'evoluzione del mojito e pare sia stato inventato da un diplomatico britannico di stanza a Washington, alla fine del XIX secolo. A differenza dei richey alcolici, che utilizzano gin oppure bourbon, questo si prepara tagliando in quattro un lime e spremendolo nello shaker, lasciando dentro anche gli spicchi. Poi bisogna aggiungere 30 millilitri di sciroppo di zucchero, 15 millilitri di bitter all'arancia e ghiaccio. Dopo una bella shakerata, utilizzare un colino per versare il liquido in un bicchiere colmo di ghiaccio a cubetti, aggiungere 120 millilitri di soda, mescolare e guarnire con la scorza di lime

POM COLLINS
La partenza è il celeberrimo Tom Collins, cocktail a base di gin e uno dei primi a essere canonizzato (la ricetta venne scritta nel 1876). La versione non alcolica prevede di mettere in un bicchiere alto: ghiaccio, il succo spremuto di un quarto di lime, 60 millilitri di succo di melograno, 30 millilitri di soda. Mescolare delicatamente e guarnire con i semi di un melograno fresco. Per un twist leggermente alcolico, sostituire la soda con del prosecco.

VIRGIN MARY
È come il Bloody Mary, ma senza la vodka: versare nello shaker il succo di metà limone, aggiungere sale e pepe, poche gocce di salsa di tabasco e salsa Worcestershire, quattro foglie di basilico, cubetti di ghiaccio e 180 millilitri di succo di pomodoro. Shakerare e poi versare, attraverso un colino, in un bicchiere con ghiaccio, guarnendo con sedano, foglie di basilico e una fettina di limone.

GINGER LIMEADE
Come suggerisce il nome, uno degli ingredienti principali è lo zenzero: bisogna prenderne un pezzettino di circa 2,5 centimetri, tagliarlo a fette sottili, metterlo nello shaker e poi romperlo delicatamente con un pestello. Aggiungere il succo e gli spicchi di un lime, il ghiaccio, e scuotere con energia. Versare il liquido attraverso un colino dentro un bicchiere con cubetti di ghiaccio, poi aggiungere 180 millilitri di limonata, mescolare delicatamente e completare con una scorza di lime e una fettina di zenzero.