Questo sito contribuisce alla audience di panorama

5 gelaterie artigianali a Milano


Dal cioccolato di puro Criollo agli sfiziosi Dopo Cena, dove gustare un gelato d’eccezione

di Chiara Degl’Innocenti

A Milano, anche in previsione dell’Expo 2015, gelatieri raffinati, attenti alla stagionalità dei prodotti e alla qualità delle materie prime propongono sapori di una volta e novità. Ve ne proponiamo cinque.

Il Massimo del Gelato
Se il fiore all’occhiello di questa gelateria di via Castelvetro 18 è il gelato al pistacchio di Bronte salato, quello al cioccolato è un must eat. Da provare l’Atzeco con il 100% di cacao (puro Criollo, il più pregiato al mondo), quello al peperoncino, al rum, all’amarena o con le pere Williams. Il nuovo gusto 2014 è il Mareil con fichi turchi, noci Pecan e miele.

Gelateria Biancolatte
Come propone l’insegna il latte è l’ingrediente principale di questo locale con gelateria-laboratorio (via Turati 30 ) che lo propone nelle forme più variegate, come il gelato biancolatte, il fragolatte, il il caffelatte. I gusti che vanno per la maggiore sono il Buonbiscotto, ossia il gelato di biscotto salato, e il Mamma Mia!, ai gusti caffè e wafers alla nocciola. Novità per quest’estate è il Frullatte, ovvero il frullato di frutta in veste gelato.

La Bottega del Gelato
Per Milano è una vera istituzione. Aperta 50 anni fa e passata di padre in figlio, La Bottega del Gelato è un laboratorio artigianale attento alla stagionalità e alla qualità dei prodotti che mette in vaschetta. Ogni giorno in via Pergolesi 3 si alternano dalle 45 alle 50 varietà tra cui il lime, il mango, il tamarillo, l'avocado, il passion fruit, fragoline al vino rosso o i più classici come le creme alla nocciola delle Langhe, ai Pinoli di Viareggio, alla noce, con il croccante. La specialità? I frutti ripieni di gelato. Belli da presentare e buoni da gustare.

Gelato Giusto
È un gelato di alta pasticceria quello di Vittoria Bortolazzo che, diplomata all’accademia Le Cordon Bleu, ha lavorato dal noto cioccolatiere inglese William Curley e nella storica pasticceria francese Ladurée, all’interno dei magazzini Harrods di Londra. Nella sua gelateria di via San Gregorio 17 la maître pâtissier propone il ritorno del gusto timo e limone e il Riassunto di Primavera, gelato al mascarpone con coulis di fragole e granella di meringa. I gusti che vanno per la maggiore sono il pistacchio di Bronte e il sorbetto al cioccolato, privo di latte e panna sostituiti dall’acqua che ne esalta il sapore. L’intensità del gusto e la sua leggerezza lo fanno sembrare quasi una mousse. Novità di quest’anno: il gelato al Carciofo olio e limone e quello al Parmigiano con Pere Caramellate.

Gelateria Marghera
È la gelateria storica di Milano (via Marghera 33 ) la cui qualità dei prodotti però non è trascorsa con gli anni, tanto che di recente ha aperto un nuovo negozio anche a Tokyo. I gusti proposti sono circa una quarantina, ma dipende dalla stagione. Molto noti ai milanesi sono i Fine Cena, bocconcini di gelato che deliziano il palato con varietà di sapore e dolcezza. Tra tanti, il gelatino al caffè ricoperto di cioccolato fondente.