Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Apre il Pavilion Unicredit, contenitore delle arti a Milano


Progettato dall’architetto De Lucchi, è un avveniristico spazio nel centro della città

di Luca Bergamin

Ha la forma di un seme, piantato tra gli skyscrapers di Porta Nuova a Milano. È il nuovo Pavilion Unicredit che sorge accanto alla Torre di Cesar Pelli, sede della banca di affari e investimenti. Il progetto è di Michele De Lucchi che ha voluto rivestirlo di legno di larice, acero e rovere, considerando anche la sua collocazione proprio al centro di quel giardino prossimo a sorgere in autunno. La sua struttura è modulare, l'intendimento dei committenti elastico: dovrà ospitare eventi, concerti, oltre a mostre di arte e un asilo nido. Vi è anche un Auditorium da 700 posti per le conferenze.

Inaugura con un'esposizione dal titolo Lo Sguardo di... e accoglie 78 tra le 300 opere della Collezione Unicredit, selezionate dagli art lover del gruppo bancario, ovvero gli amanti dell'arte. E bisogna subito dire che hanno avuto buon gusto. Al piano terra e sulla passerella che porta al primo piano, infatti, si potranno ammirare grandi classici della pittura come Tintoretto e Giovanni Baglione, oltre a Giuseppe Ruoppolo, insieme a maestri della fotografia rispondenti ai nomi di Luigi Ghirri, Franco Fontana, Mimmo Jodice, e ancora Candida Hoefer.

Tra gli altri big, ci sono Felice Casorati, Antonio Donghi, Emil Nolde, Andy Warhol, Carlo Carrà. E poi le nuove generazioni: Sissi, Claudia Losi, Nico Vascellari, a  conferma di quanto Unicredit voglia arricchire e ringiovanire continuamente la propria raccolta, che ora ha trovato questa collocazione design style di livello internazionale.

Nei prossimi mesi, il Pavilion ospiterà anche concerti di musica classica, a cominciare dalla China Oriental Symphony Orchestra, la Filarmonica della Scala.

-----------------

Lo sguardo di...

Pavilion Unicredit, Milano

Sino al 30 agosto