Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Tappeto rosso a Venezia per Emergency


Mondanità benefica: alla 71esima Mostra del Cinema, Jaeger-LeCoultre indice un Red Carpet glamour dedicato alle questioni umanitarie.

di Marta Galli

Eccoli gli effetti speciali annunciati per il Red Carpet di Jaeger-LeCoultre a celebrare i vent’anni di attività di Emergency. Cristiana Capotondi immersa in una nuvola di fumo solleva un calice rosso rubino creato appositamente per l’occasione dai Mastri Vetrai della New Murano Gallery.

Si sono uniti a lei, tra gli altri, il suo compagno Andrea Pezzi, Stefania Rocca, i presentatori televisivi Camila Raznovich e Alessio Vinci, lo chef Filippo LaMantia, e l'amministratore delegato di Costume National Carlo Capasa. E tutti con uno “straccio di pane”, simbolo di Emergency e segno di speranza per un futuro migliore: un progetto, oltre che un semplice auspicio, che l’associazione umanitaria porta avanti dalla prima azione in Ruanda, poi seguita da Iraq, Cambogia, Afghanistan e, naturalmente, è storia di questi giorni, in Sierra Leone, dove la più grande sfida è rappresentata in questo momento dall’epidemia di Ebola.

Jaeger-LeCoultre sostiene Emergency dal 2011, contribuendo alla creazione di ospedali in Sudan, nella valle del Panshir, in Afghanistan, e oggi finanziando l’attività del Centro chirurgico e pediatrico di Goderich, in Sierra Leone. L’orologio, creato dalla maison svizzera per questa operazione e indossato dalle celebrity sul tappeto rosso, verrà poi donato per raccogliere fondi per l'associazione.