Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Reggio Film Festival, cortometraggi da tutto il mondo


Il tempo breve racconta l’attesa, tema della 14esima edizione

di Micol De Pas

Il tempo del racconto cinematografico ha un legame irrescindibile con l'attesa. E proprio l'attesa è il tema della quattordicesima edizione del Reggio Film Festival, dedicato al mondo dei cortometraggi.

Una misura, quella del corto, che ha sempre più successo di pubblico proprio per la sua velocità di fruizione. Come dire che l'attesa sta al corto come alla vita contemporanea. Un'attesa che si dilata in un tempo percepito e un'attesa raccontata nel ritmo rapido del cortometraggio.

La sfida è stata accolta da filmaker di tutto il mondo, che hanno inviato alla giuria 1500 opere. Le 94 selezionate, provenienti da diversi paesi, tra cui Iran, Giappone, Myanmar, Repubblica Ceca, Estonia, Lituania, Norvegia, Finlandia, Argentina, saranno proiettati tra il 20 e il 26 ottobre, sotto la direzione artistica di Alessandro Scillitani.

Ospiti d'onore sono Sabrina Impacciatore, interprete del corto Ad Esempio e Peter Faulkner, interprete di diversi corti, tra cui All The Pain in the World diretto da Tommaso Pitta.

Tre gli appuntamenti imperdibili. La casa di produzione francese Affreux, Sales & Mechants con il produttore Vladimir Feral e il regista Alexandre Labarussiat si presenta, portando in scena i corti Rien ne peut t'arreter, I'm a Sharpener e La ville est calme. Un ricordo di Srebrenica, a 20 anni dal massacro, è quello firmato dal regista bosniaco Ado Hasanovic, l'attrice Nela Lucic, l'autrice Roberta Biagiarelli e la giornalista Valentina Barbieri. La fine dell'attesa è prevista per il giorno 26 ottobre con la serata conclusiva e la proclamazione dei vincitori di questa edizione.

---------------

Reggio Film Festival

20-26 ottobre, vari luoghi della città di Reggio Emilia