Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Premio Carmignac, il vincitore in mostra a Milano


Un progetto del fotografo Narciso Contreras dedicato alla Libia. A Palazzo Reale

di Micol De Pas

Il fotogiornalismo delle origini torna prepotentemente protagonista della settima edizione del Prix Carmignac, che ha scelto di premiare il lavoro del fotografo Narciso Contreras in Libia. Il suo è un reportage molto duro, crudo, per raccontare cosa c'è dietro la crisi umanitaria del Paese. Per svelare che quel territorio non è una zona di transito dei migranti verso destinazioni europee, ma sede del traffico di esseri umani. Un luogo dove migranti, rifugiati e richiedenti asilo vengono bloccati in centri di detenzione, sottoposti a condizioni di vita disumane e letteralmente comprati e venduti.

Il titolo infatti è Lybia: A Human Marketplace e per realizzare questo lavoro Contreras ha vissuto sul posto dal febbraio al giugno 2016, ma aveva cominciato a fotografare i centri di detenzioni già due anni prima. "I centri di detenzione sono stati fotografati diverse volte nell’ambito del protocollo mediatico delle autorità di Tripoli", spiega Contreras, "Questo protocollo mira a documentare «la crisi dei migranti» che sta colpendo la Libia, e a mostrare queste immagini per ottenere il sostegno della comunità internazionale". Ma è allontanandosi da quel protocollo che si comincia a individuare il vero volto della crisi umanitaria. "E’ allora che si vedono migliaia di migranti illegali intrappolati nella spirale del memercato umano diretto da milizie e gruppi armati privati legati a reti mafiose", spiega l'autore. Che con questo premio spera di attirare l’attenzione di gruppi di aiuto internazionale sulla situazione reale della Libia contemporanea.

Narciso Contreras è nato nel 1975 a Città del Messico. Dopo gli studi in filosofia, fotografia e antropologia visiva, comincia a lavorare come fotografo documentarista in Asia del Sud e in Medio Oriente. nel 2013 è stato insignito del Premio Pulizter e il Pictures of the Year International, attualmente collabora con le principale testate internazionali e sta realizzando un reportage sulla crisi dei migranti nell’Africa del Nord, parte di un progetto documentario a lungo termine sul fenomeno del traffico di esseri umani nel mondo.

Gli scatti della serie Lybia: A Human Marketplace sono in mostra a Palazzo Reale di Milano dal 22 aprile al 13 maggio per la 7° edizione del Prix Carmignac di fotogiornalismo (catalogo edito da Skira)